Da ospite a friend: le avventure del vostro Peppepoint

Le più belle spiagge di Corfù
8 agosto 2017
Estate 2018 all’Isola di Pag
Pag 2018: aspettando l’estate
7 novembre 2017
Recensioni ed Esperienza Viaggi Universitari

7 giugno 2016. Esterno. Giorno. Bar.

I miei amici si vedono per organizzare le vacanze, e partecipo, pur sapendo che quest’estate non partirò con la mia comitiva perché ho già prenotato. Tra mille mete, alla fine, e dopo mille compromessi, scelgono di partire alla volta di Gallipoli, con viaggiuniversitari.it, un tour operator che organizza viaggi per giovani; sono in 7 e, con l’aggiunta di un ottavo, riuscirebbero a risparmiare.

Parte l’opera di convincimento che, in pochi minuti, va a buon fine: divento così componente del gruppo Continox8, che il 6 agosto parte alla conquista del magico Salento.

Vivo un’estate a mille all’ora, non avrei mai immaginato che 7 giorni potessero viversi così intensamente. Torni a casa con un gigantesco bagaglio di ricordi e di emozioni. Poi pensi pure che ‘sti ragazzi sono stati proprio bravi ad organizzare tutto, non è mica facile che in 7 giorni per 14 eventi fili tutto così liscio.

Vacanza è quando non devi pensare a cosa fare il giorno dopo perché sai che lo staff dei friends – se vuoi – lo ha già fatto per te. Bene, bravi… il bis l’anno prossimo ci sta tutto.

9 marzo 2017. Interno. Giorno. Ufficio.

Il caso non esiste ma per una serie di fortunati (ed imprevedibili) eventi arrivo nella sede di Napoli di viaggiuniversitari.it come rinforzo all’ufficio che si occupa della comunicazione.

Strano trovarsi dall’altro lato, partecipo alle prime riunioni di gennaio e febbraio, ma oggi c’è da iniziar a metter in pratica con chiarezza la fusione tra viaggiuniversitari.it e Vagamondo: ci proviamo con un slogan del tipo “trasforma ogni viaggio in un evento”. Beh, parte turistica completamente a cura di viaggiuniversitari.it, poi parte eventi acquistabile con il braccialetto Vagamondo. Secondo me l’abbiamo azzeccata, buona la prima!

Tra un post Facebook, un articolo e un comunicato stampa il profumo di estate mi accompagna in questi mesi nonostante il freddo pungente che si avverte in ufficio (chiedete a Daniela!), e man mano che il count down si fa più breve l’emozione cresce, l’eccitazione sale: i telefoni squillano all’impazzata e l’ufficio viene invaso da tanti ragazzi, che spesso si lasciano andare ai racconti delle esperienze precedenti.

È ufficiale. La summer è alle porte.

25 luglio 2017. Esterno. Notte. Mare e cielo stellato.

“Ti va di andare ad Umag come friends?”

Parto… con una valigia nemmeno troppo piena (tanto di giorno c’è la maglia staff!), senza conoscere quasi nessuno. Per una settimana mi nutro di sorrisi, di vite, di vibrazioni.

Mi sento vicino ed intimo con persone che mai avrei immaginato né scelto per un viaggio (e nemmeno come vicine alla fila della posta!). In un attimo, come per magia, quelle ore di bus abbattono ostacoli, confini, limiti.

Senza alcuna aspettativa, ho condiviso una settimana con centinaia di ragazzi mai visti prima, pronti, come me, a farsi sorprendere e a staccare da una quotidianità sempre un po’ troppo pesante e faticosa.

Ho condiviso con loro piccole cose che, insieme, hanno reso una settimana “eccezionale”: la “Tua” canzone a squarciagola al silent party, i giochi “piccanti” all’after in spiaggia tra limoni e bancomat, il coro gospel da paura delle vicine di bungalow durante un briefing; il viaggio di ritorno dal parco acquatico Istralandia trasformato con la friend Angela in un revival anni ’70.

E poi… l’infopoint, grazie al quale sono diventato Peppepoint (parola pronunciata 35.275.253 milioni di volte in quella settimana), le cene e i caffè offerti dagli ospiti un secondo prima sconosciuti e un secondo dopo amici da sempre, e il fatidico momento di panna & cioccolato…

Torno.

E non sono più lo stesso. Un viaggio cambia. Un viaggio trasforma. Un viaggio cii riconsegna al nostro sentiero diverso. E al ritorno la valigia…stracolma di vite, di incontri, di incroci che sei sicuro che non andranno persi.

Il viaggio evento ad Umag (e questo incredibile “anno” con viaggiuniversitari.it & Vagamondo) era ciò di cui avevo bisogno nel mio qui ed ora: un’iniezione di positività e divertimento, un’occasione per scoprire nuovi lati di me e riappropriarmi di alcuni da troppo tempo nascosti, e gioirne, condividendoli!
Chiudo rubando – e facendo mie – le parole della friend Daniela “Vagamondo non è solo una scritta su di una bandiera, bensì una forza che riesce a tirare fuori il meglio delle persone ed io non posso far altro che gioire per aver, ancora una volta, VISSUTO come solo in quei giorni riesco a fare.

E niente, volevo condividere questa affascinante storia insieme a voi.

Buona vita a tutti ragazzi,

il vostro Peppepoint.

L'estate, per te, non finisce mai?

Iscriviti alla newsletter, ti terremo aggiornato sulle mete del 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *