Come spostarsi a Corfù?

Come spostarsi a Corfù?

Quest’anno spostarsi a Corfù potrebbe essere un po’ più problematico del solito. In passato non c’era alcun tipo di dubbio: appena si sbarcava sull’isola si noleggiava uno scooter, che consentiva di muoversi con facilità e scegliere ogni giorno una spiaggia diversa, riuscendo a scoprire anche gli anfratti più segreti dell’Isola. Oggi purtroppo non è più così.

Perché? Proviamo a ricostruire la vicenda, anche se mancano fonti ufficiali e chiare a riguardo. Dalla nostra ultima previsita in Grecia, sappiamo per certo che ci sono multe salatissime che superano i 1000€ per il noleggiatore e per chi viene sorpreso alla guida di uno scooter noleggiato senza avere le necessarie autorizzazioni.

Dal 19 gennaio 2013, infatti, per la guida di mezzi di bassa cilindrata in Europa occorre essere in possesso del patentino AM. Quindi – per chi si è patentato dopo questa data – non c’è alcun problema. La situazione resta invece aperta su chi ha conseguito il titolo prima di questa data: prima del gennaio 2013, infatti, chi era in possesso della patente B, poteva tranquillamente guidare –  e quindi anche noleggiare – uno scooter con cilindrata massima 125 cc.

In Italia il Ministero dei trasporti non ha siglato la patente anche nella voce Patente AM ma valida il documento solo in corrispondenza del trafiletto “Patente  B”: insomma, in Italia sei autorizzato a guidare, all’estero no!

Quindi…come muoversi a Corfù?

Se hai il patentino, lo scooter resta di gran lunga il mezzo più consigliato. In caso contrario, se si alloggia nei pressi del lungomare di Ipsos, c’è un servizio bus ben organizzato che collega la bella cittadina con il centrocittà, anche se il prezzo per una singola corsa per fare pochi km sfiora i 2 €, quasi come si fosse in metro a Parigi!

 

Scherzi a parte, il team viaggiuniversitari.it, rispetto al passato, ha intensificato ulteriormente i bus privati che accompagnano gli ospiti alle esperienze previste nel programma, per godere al meglio della bellezza dell’isola. Muoversi con questa soluzione è sicuramente anche una scelta più comoda, soprattutto dopo una serata in disco: poter bere senza dover pensare alla sicurezza del ritorno a casa e alle multe super salate, è una grande cosa!

 

L'estate, per te, non finisce mai?

Iscriviti alla newsletter, ti terremo aggiornato sulle mete del 2018.

[]
1 Step 1
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder

1 Comment

  1. Carlo ha detto:

    Sono stato a Corfú quest’anno e posso confermare che i controlli ci sono e i provvedimenti contro chi non rispetta le leggi sono veramente duri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *