Categorie
Blog

Cosa mangiare a Corfù?

 

La Grecia è da sempre una delle destinazioni più amate tra i must delle vacanze per giovani.
Il mare è meraviglioso, ci sono spiagge per tutti i gusti e divertimenti per ogni tasca. In effetti gli universitari adorano gironzolare tra le isole greche soprattutto perchè – evitate quelle inaccessibili anche a chi ha riempito il salvadanaio senza cedere alla tentazione di aprirlo prima del tempo – il portafoglio non piange come in altre vacanze!
Spesso però ci avete detto che l’unico vero neo è il cibo: pita al mattino, pita al pomeriggio, pita alla sera. Al massimo un\’insalata greca per i più ribelli, ma il mantra è pitapitapita. Beh, amici, è evidente che non abbiate fatto visita alle tante osterie greche, dove si possono assaggiare i tipici piatti della straordinaria tradizione greca.
Allora, per i più curiosi, ecco a voi una mini-guida su cosa mangiare a Corfù!

Moussaka-2

Moussakà


Creata dai greci per non far sentire agli italiani in vacanza la mancanza della cucina della nonna, la moussakà è la cugina di 3° grado ellenica della parmigiana di melanzane. A base di melanzane, patate, carne macinata, salsa besciamelle e formaggio, si tratta di quel piatto leggero che potete mangiare tranquillamente a pranzo… facendo altrettanto tranquillamente il bagno il pomeriggio dell’anno dopo!
Scherzi a parte, è una vera bontà che di sicuro non poteva mancare nella guida “Cosa mangiare a Corfù”!

Insalata-greca-71111-2

Insalata greca

A base di feta, pomodori, cetrioli, peperoni verdi, olive, cipolla, sale, origano, olio extravergine… case, libri, auto, viaggi e fogli di giornale. Non fatevi ingannare dalla quantità di ingredienti: la famosa insalata greca è sicuramente il piatto più leggero della cucina greca, nonostante sia molto nutriente e saziante! È la scelta ideale per chi durante l’anno ha avuto sempre – e dico sempre – una scusa pronta per dare buca agli amici in palestra. Chiaramente apprezzatissimo anche dalle aspiranti influencer per essere super instagrammabile!
Salsa-tzatziki---3

Salsa Tzatziki


Si tratta di una fantastica alternativa alla maionese. È una salsa a base di yogurt, aglio e cetriolo. In Grecia la mettono un po’ ovunque, servendola come antipasto, come accompagnamento per carne, pesce o verdure, all’interno del Pita Gyros. Ha un sapore leggermente differente da quello a cui siamo abituati, quindi potrebbe non piacere. Ad ogni modo, pur non volendo, nel tour tra i piatti da mangiare a Corfù non potrai di certo evitarla a vita!

pita-gyros

Gyros Pita

Su questo piatto una òla è d’obbligo. Il Gyros Pita è pane pita – una piadina, sostanzialmente – farcito con carne di maiale, pomodori, patatine e cipolla. Sì, non ci guardate così: la cipolla è anche qui.
In pratica una sorta di kebab greco, perfetto non solo per chi ama lo street food ma anche per l’irrefrenabile fame post serata in discoteca da tenere a bada con pochi euro. Ora magari ci dite di no, ma ne farete abuso per l’intera vacanza a Corfù. Poi a Settembre ci racconterete!

souvlaki

Souvlaki


I souvlaki sono degli spiedini di carne. Solitamente si fa marinare la carne per una notte in una miscela di succo di limone, olio d\’oliva e spezie greche e poi li si cuoce sulla griglia. Spesso vengono anche fatti a base di pesce.
Sono un ottimo cibo da strada: uno tira l\’altro e puoi mangiarli impiedi senza il rischio di sporcarti i vestiti! Se invece ami sederti al tavolo per pranzo o per cena, puoi ordinarli come piatto unico: arriveranno sicuramente accompagnati da verdure o patatine fritte, insalata greca e pita.

Saganaki---2

Saganaki

A differenza della pita stra-conosciuta in tutto il mondo e di cui ci si stufa presto, sicuramente questo piatto non l\’hanno assaggiato tutti quelli che hanno trascorso le proprie vacanze in Grecia. Il saganaki è un formaggio impanato e fritto. Solitamente, per ammorbidire il sapore salato del formaggio, lo si gusta con un po\’ di miele, come in foto, o con limone e pepe per esaltarlo ancor di più. Nonostante sia un piatto poco leggero, in Grecia viene servito come antipasto o come “sfizio”… beh, diciamo che noi italiani non siamo da meno!
Ora che hai letto la nostra mini-guida su cosa mangiare a Corfù, sei curiosa/o di saperne ancora qualcosa in più sulla destinazione?
Se ti va di scambiare quattro chiacchiere con chi magari ci è già stato, entra a far parte del nostro gruppo Facebook: la community viaggiuniversitari.it cresce ogni giorno di più. Are U In?

Categorie
Blog

Cosa mangiare a Gallipoli?

Se scegli Gallipoli per le vacanze estive, diciamoci la verità, un po’ parti avvantaggiato.
La vacanza sarà decisamente un successo, fosse solo per la varietà di attrazioni e attività che offre la destinazione.
Discoteche top, Dj internazionali, mare splendido e ultimo, ma non per importanza, il cibo strepitoso della nostra penisola! Perché – bisogna essere onesti – visitare posti sconosciuti in giro per il mondo ti permette di vivere esperienze meravigliose, ma vuoi mettere con l\’assoluta garanzia di sapere che non soffrirai di fame per tutta la settimana?
Quindi, anche se la cucina salentina è assolutamente tutta buonissima, ecco alcune pietanze che devi assolutamente mangiare a Gallipoli.
Pasticciotto
La colazione

Quando spalanchi (beh, apri con coraggio…) gli occhi al mattino non riesci a partorire un solo pensiero senza prima assumere zuccheri?
Allora il pasticciotto è la colazione che fa per te!

Si tratta di un dolce fatto di pasta frolla e cotto al forno, farcito con crema pasticcera. Di certo non fa parte della “piccola pasticceria” e può sembrare tanta roba viste le dimensioni abbastanza consistenti ma fidati, va giù che è una bellezza!
Magari puoi accompagnarlo con un tipico caffè salentino con ghiaccio: non storcere il naso, provalo e poi ne riparliamo!
puccia
L’aperitivo

Si sa, Gallipoli è la Regina indiscussa della movida italiana estiva e capita spesso di tirare tardi, fino all’alba. Risultato? Sveglia alle 11.30 e fame da leoni.

Saltata la colazione – ma se hai già mangiato il pasticciotto e la fame bussa ugualmente nessuno ti giudica qui, eh – passiamo all’aperitivo: qualcosa di leggero, da mangiare al volo, giusto per ingannare lo stomaco prima di pranzo.
Perfettamente godibile in spiaggia, la puccia pugliese è la regina dello street food salentino. Si tratta di un panino croccante fuori ma dalla mollica estremamente morbida dentro, ripieno di ciò che più preferisci. La puccia tradizionale prevedeva una farcitura solo a base di ortaggi, ma oggi davvero viene realizzata in tutti i gusti!
Orecchiette
Il Pranzo

Eccoci arrivati alle 13.30… che mangiamo?

Se hai seguito alla lettera tutta la mini-guida ed hai uno stomaco di dimensioni medie, non dovresti avere moltissima fame… oppure sì. D’altronde, il Tour Gastronomico pugliese non lascia scampo ai più golosi!
Quindi, scegliamo un bel ristorantino o una tavola calda e concediamoci un bel piatto di orecchiette alle cime di rapapiene di parmigiano e per chi lo ama, anche qualche goccia di olio al peperoncino.
Bocche-di-dama
Lo spuntino

La nutrizionista dice che è importante lo spuntino e quindi va fatto.

Bisogna semplicemente scegliere tra dolce e salato!
Se non puoi fare a meno del dolce, è il momento di assaggiare le bocche di dama. Si tratta di una pasta biscotto molto morbida, bagnata di liquore e ripiena di crema pasticcera al limone e vaniglia. Il tutto ricoperto con una glassatura di zucchero fondente.
Non ti far ingannare dalla dimensione, perchè non è minimamente proporzionale al suo apporto calorico!
Se poi finisci per mangiarne quindici, non ci assumiamo nessuna responsabilità con la dietologa…sia chiaro!
Paranza
La cena

Tutto sommato, nel pomeriggio ci siamo tenuti leggeri, quindi avanti veloce verso la cena!

Il mondo si divide in due tipi di persone: chi non può fare a meno di una tavola apparecchiata per cenare e chi invece in vacanza ha la continua esigenza di esplorare e ama l’arte di “arrangiarsi”.
Bene, se fai parte della seconda categoria ci sarà poco da discutere: la cena perfetta sarà una leggerissima Frittura di paranza da mangiare camminando per le strade di Gallipoli vecchia all’interno di un “cuoppo” di carta.

In effetti, dopo una giornata così, ti consigliamo decisamente di camminare.
Camminare molto.
Forse è meglio se non ti fermi più!

Piaciuta la mini – guida su cosa mangiare a Gallipoli?

La selezione è stata davvero ardua, quindi se hai suggerimenti, scrivi pure nel nostro Gruppo Facebook! Per non perderti nulla del mondo viaggiuniversitari.it, entra nella nostra community e seguici su Instagram!