Categorie
Blog

Cosa fare con meno di 100€ a Budva?

La scelta è stata veramente difficile…
Cosa fare con meno di 100€ a Budva durante le tue vacanze? Le attività sono davvero tante e tutte con un rapporto qualità/prezzo strepitoso. Il livello dei servizi, infatti, è molto più elevato rispetto al loro costo e Budva è, tra le destinazioni più in voga degli ultimi anni, sicuramente la migliore sotto questo punto di vista. In Montenegro la moneta corrente è l’euro, anche se il Paese non ha aderito alla Comunità Europea; già prima dell’Unione Monetaria, infatti, il Montenegro adottava il marco tedesco per garantire maggiore stabilità alla sua economia.

Dopo questa chicca di politica economica, possiamo tornare alla nostra domanda: cosa fare con meno di 100 € a Budva?

Escursione alla Spiaggia Selvaggia

Si tratta di una giornata veramente indimenticabile. Usiamo quest’aggettivo senza il timore di essere smentiti. Il nome dell’escursione è stato scelto dal nostro Staff, che ha testato l’esperienza per la prima volta in Montenegro, per aggirare l’impossibile pronuncia del nome balcanico. Se ci si rivolge ad Agenzie del posto, quindi, è bene chiedere di Trincica Zalaz”, anche se si tratta di un’esperienza venduta da una sola organizzazione, abitualmente sul mercato russo, al prezzo di 45€.

Il nostro Staff è entrato nelle grazie dell’agenzia locale che cura tutti i dettagli dell’escursione e, grazie anche al grande numero di ospiti che conduciamo ogni anno in Montenegro, riusciamo a proporla a 25€, un ottimo prezzo considerando tutto ciò che è incluso.

Ti raccontiamo un po’ com’è organizzata la giornata: ci si dirige in TaxiBoat verso Sveti Nikola, località famosa in tutto il mondo con il nome di “Hawaii del Montenegro”. Dopo una sosta di un paio d’ore, sarà la volta della Spiaggia Selvaggia, accessibile solo via mare, una caletta naturale riservata in esclusiva per gli ospiti viaggiuniversitari.it. Il pranzo è incluso nel prezzo, rigorosamente a base di pesce, con una grigliata in cui viene offerto esclusivamente pescato del giorno dai pescatori del posto. Sembra uno scioglilingua, ma meglio di così non potevamo spiegarci, davvero!

Pool Party al Ploce

Mai sentito parlare del Ploce? Forse no, ma di sicuro i tuoi amici che hanno già visitato Budva avranno riempito la Home dei tuoi social con questo tag! E non poteva di certo mancare nella nostra mini-guida sul cosa fare con meno di 100€ a Budva.

È una suggestiva struttura scavata nella roccia, sviluppata su più livelli, dove ogni pomeriggio l’AfterBeach party in zona piscina infiamma la già calda atmosfera. Si può raggiungere in tanti modi, ma sicuramente uno dei più caratteristici è l’arrivo con barchette private che partono dal centro al prezzo di 5€ a/r. Se a questo si aggiunge anche un lettino che costa più o meno lo stesso, ecco che l’attività ha un costo orientativo di 10€.

Fast Food Macelleria

Ecco, questa è la tipica attività che non dovrebbe essere inserita nella guida “cosa fare con meno di 100€ a Budva”, ma “cosa fare con meno di 10€ a Budva“!
Non conosciamo il nome di quest’attività, ma il suo stile – un po’ bucolico e certamente gustoso – è inconfondibile. Si tratta di una macelleria nei pressi dell’Hotel Kangaroo che, con pochi euro (raramente si superano i 5 €), offre pranzi davvero abbondanti con superpanini per ogni gusto e bibite incluse.

Top Hill

La discoteca più famosa e frequentata è sicuramente il Top Hill, un gigantesco locale all’aperto su uno dei panorami più belli del Montenegro, acceso dal ritmo della musica balcanica, elettronica e commerciale. Se è vero che si tratta di un locale molto bello e aperto quasi tutte le sere, è importante informarsi prima sul tipo di serata; quelle consigliate sono certamente le “Superstar Night” pensate proprio per i turisti, con un ingresso che si aggira intorno ai 15€. Abbiamo preferito esagerare: spesso i prezzi non superano i 10 €, ma chiaramente dipende dall’Ospite.

Piscina panoramica al TreCanne

Ve l’abbiamo detto fin dall’inizio: uno degli aspetti più belli di Budva è che ci si può permettere – a buon prezzo – attività che altrove costerebbero un botto. Un altro esempio? Salire al 30esimo piano di un grattacielo di un Hotel di lusso per una giornata in piscina panoramica; se proprio si vuole esagerare, con il giusto supplemento è possibile aggiungere anche un pacchetto massaggi, testati personalmente dal nostro Staff. Costo? 15€ per persona.

Porto Montenegro &Platinum

Crediamo che, almeno una sera, sia giusto sfoggiare la propria mise più elegante. E quale location più adatta del Platinum di Porto Montenegro per una serata di musica internazionale in un club da urlo? L’ingresso si aggira intorno ai 10€ ed anche il costo dei drink al suo interno è più che conveniente. Per il pre-serata proponiamo una full-immersion in città, con annessa passeggiata tra negozi d’alta moda, yacht stellari sul porticciolo e baretti sofisticati in quella che per molti è considerata la Porto Cervo montenegrina. Non poteva di certo mancare nella nostra mini-guida sul cosa fare con meno di 100€ a Budva!

SofaSunBeds al Torch

Si tratta di uno degli stabilimenti balneari più fighi di Budva. Il punto mare non è il massimo, però se si cerca un posto cool per un po’ di tintarella in mezzo a bella gente è davvero l’ideale. Consigliamo di scegliere i grandi materassi a bordo piscina: per un costo di 20€ per persona, avrete dei lettoni enormi comodi come divani per una giornata chic ed esclusiva.

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎




Categorie
Blog

Cosa fare con meno di 100€ a Corfù?

Gli italiani, si sa, amano le isole greche anche perché lì il costo della vita è molto basso. In realtà non tutti sanno che, rispetto a 10 – 20 anni fa, i prezzi sulle Isole sono saliti. Prima della crisi che ha colpito la Grecia infatti, queste godevano di uno statuto speciale che ad oggi non esiste più. In sostanza, le tasse sono aumentate, Iva inclusa. Insomma, non si tratta più del paradiso economico di un tempo. Nonostante ciò, Corfù è tra le mete più gettonate se si è in cerca di una vacanza per giovani economica! Infatti siamo riusciti a stilare una mini-guida su cosa fare con meno di 100€ a Corfù se scegli questa meta per le tue vacanze
Qualche esempio?

1. Pita Gyros & Birra tipica

In qualsiasi altra località dell’Isola troverete delle piccole taverne, quasi sempre a gestione familiare, che vi proporranno Pita Gyros e Mythos Beer a meno di 5€. La pita è un piatto davvero gustoso, economico e rapido da realizzare: sarai servito in cinque minuti esatti! E soprattutto nei primi giorni di vacanza ne farai certamente abuso. Se dovesse salirti l’insofferenza per la Pita, non preoccuparti, c’è anche altro da mangiare! Negli ultimi anni infatti è aumentato notevolmente il numero di locali più moderni e vicini ai fast food americani. Qui troverai una scelta certamente più ampia: su tutti, l’ottimo Papagalos di Ipsos.
Se invece vuoi scoprire tutto, ma proprio tutto della tradizione culinaria greca, leggi questo articolo che abbiamo scritto su cosa mangiare a Corfù!

2. Sunset Boat Trip

Al tramonto Corfù mostra il suo volto più intrigante. Quale miglior modo per apprezzarlo di un “Sunset Boat Trip“, un tour della costa tutto musica, cocktail e divertimento? Dopo una breve navigazione che dal lungomare di Ipsos conduce alla città vecchia, la vista dal mare sulle mura antiche e la fortezza sarà davvero mozzafiato. Il tour continua fino ad approdare nei pressi di Mouse Island e Vidos Island, ballando sulle Hit remixate a dovere dai Dj delle imbarcazioni. Il prezzo di quest’esperienza si aggira sui 15€, da non perdere!

3. Barbecue in Spiaggia

Una mattinata fuori dagli schemi è certamente quella con Capitain Homer, ex peschereccio rimodernato e tirato a lucido. Salite a bordo per navigare sulle acque cristalline dell’isola per un’intera giornata in barca, tra soste e tuffi nelle calette più belle di Corfù. L’escursione è consigliata non solo per la grigliata certamente gustosa e abbondante, ma soprattutto per il lunch offerto dall’equipaggio su una spiaggia paradisiaca e accessibile solo via mare.  

Dopo il pit-stop ristoratore e qualche tuffo in mare, l’escursione continua alla volta di Kassiopi. Si tratta di una deliziosa cittadina dal porto pittoresco e con una piazza centrale che non ha nulla da invidiare ad altre città ben più rinomate. Il paese custodisce anche le rovine di un antico castello bizantino costruito su resti romani. Da non perdere, anche perché il costo – pranzo incluso – si aggira sui 25€. Accessibile, no?

4. Una notte allo Studio54

E’ la discoteca più bella, elegante e grande dell’isola. Oggi, se vuoi cercarla sui social, dovrai digitare 54 Dreamy Night, ma tutti lo conosciamo con il nome di Club 54!  Situato a due passi dal porto di Corfù, il club ha una pista gigantesca, il tetto apribile e ben 3 bar disseminati in giro per il locale. I tanti servizi offerti rendono la discoteca uno dei veri must della vacanza sull’isola. Tra l’altro si tratta di uno dei pochi club dove è davvero semplice incontrare ragazzi del posto. Dopo aver proposto musica internazionale nella prima parte della serata, si passa alla musica greca ed il party termina quasi sempre ballando il sirtaki in compagnia di ragazzi (e ragazze!) corfioti. L’ingresso costa orientativamente intorno ai 10€.

5. Un cocktail all’Edem beach club

Che sia al tramonto durante una bella giornata di mare oppure per una serata in compagnia di amici, una delle esperienze da non perdere a Corfù è certamente bere un cocktail preparato dai barman dell’Edem Beach Club. La filosofia viaggiuniversitari.it è ormai nota e il #pattichiariamicizialunga è diventato il nostro stile di vita: ti assicuriamo che “bere bene” sull’Isola è davvero complicato. Infatti in molti club viene offerto alcol di dubbia qualità e cocktail dal sapore annacquato. Non è così per l’Edem dove – su tutti – suggeriamo di assaggiare una strepitosa Capirinha al limone ad un prezzo che si aggira sui 5 – 6€.

6. Cena in taverna tipica

Come anticipato, una volta trascorsi i primi giorni di vacanza le #pitagyros inizieranno un po’ a stufare e una cena tipica in una taverna greca è assolutamente consigliabile. In termini di ristorazione c’è davvero l’imbarazzo della scelta e certamente i tanti siti di recensione online ti sapranno suggerire bene, ma la nostra esperienza sull’isola ci porta a consigliare due locali.

La taverna Karidìa di Dassia.
Potrai iniziare con un Saganaki, dell’ottimo formaggio lasciato friggere fino alla formazione di una croccante crosticina e servito con limone e pepe (quella che senti si chiama acquolina, sì, lo so). Se ti manca la pasta ma vuoi evitare di rifugiarti in un ristorante finto nostrano per evitare lo stereotipo dell’italiano medio all’estero, ti assicuriamo che anche i greci con la pasta ci sanno fare.  #Nonèveromacicredo: in particolare è da assaggiare il Pastitsio, una sorta di pasta al forno con ragù e besciamella.  Se proprio non sei sazio, puoi continuare con la Moussaka, il tipico sformato greco composto da strati di patate, melanzane, macinato di carne e abbondante besciamella gratinata: non è un piatto tipicamente estivo, ma vale effettivamente la pena assaggiarlo! Per dessert consigliamo le fritelline Loukoumades, estremamente dolci come tutti i dolci greci, e servite con sciroppo di miele e cannella. Una cena con un menù del genere supera di poco i 20€ per persona.

6. Escursione al mare

Paradise beach: il nome è tutto un programma ed effettivamente rende onore ad una delle spiagge più belle dell’Isola con il mare di un colore turchese intenso, trasparente da lasciar vedere i ciottoli bianchi sul fondale. La spiaggia è raggiungibile soltanto in barca da Palaeokastritsa o Liapades.  Se non sei particolarmente esperto, potrai utilizzare i trasferimenti di gruppo offerti a bordo di grandi imbarcazioni: l’escursione perde un po’ il suo fascino, ma merita ugualmente. In ogni caso il prezzo in generale non supera i 15/20€ per persona. Insomma, non poteva mancare nella nostra mini-guida su cosa fare con meno di 100€ a Corfù!


Eravamo partiti con l’intento di fornirti qualche esempio… e alla fine ci siamo dilungati enormemente! E’ che di cose belle è piena quest’isola e vale la pena vederle e assaggiarle tutte durante una vacanza a Corfù. Anche perchè, i prezzi lo permettono!

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎



Categorie
Blog

Discoteche a Pag: quanto costano?

Siamo a Pag, in Croazia, dove il vero centro della movida sull’intera isola è la spiaggia di Zrce: ogni anno migliaia di giovani da tutta Europa la raggiungono per vivere #unestatedaleoni nei grandi locali che si alternano lungo tutto il litorale.
Ma quanto costano le discoteche a Pag? Poco, se paragoniamo il costo dei ticket d’ingresso ai Dj Set e alla bellezza dei club. A dirlo è la classifica di DjMag, la più importante rivista al mondo nel campo della musica elettronica, stilata proprio dai  Top Dj che suonano nelle location più esclusive e che hanno il compito poi di votarle.

Al primo posto troviamo il brasiliano Green Valley, ma non è necessario andare così lontano per  trovare locali di tutto rispetto in cui divertirsi fino alle prime luci dell’alba! Facciamo volentieri un passo più breve e arriviamo a Pag, dove tutti e quattro i club di Zrce sono nella top 60 della classifica DjMag!

Il club più titolato di Zrce Beach è il Papaya che – con il suo 7° posto nella classifica 2020 – guida la classifica croata seguito dal dall’Aquarius al 17° posto, dal Noa al 41° posto, e dal Kalipso al 60°posto.

Decidere di trascorrere una vacanza a Pag per l’estate significa praticamente vedere in un sol colpo 4 tra i club più importanti e belli al mondo. L’isola sta decisamente rubando grosse fette di mercato a destinazioni più titolate come Ibiza e Mykonos, grazie alla sua raggiungibilità da diverse parti d’Europa, ai prezzi degli alloggi ancora competitivi (anche se più alti rispetto alle altre destinazioni croate) e – soprattutto – al costo ultracompetitivo dei ticket per l’accesso alle discoteche.

E allora, immaginiamo di percorrere il litorale di Zrce e trovarci di fronte un’arena di quattro club openair affollati da circa 20mila persone.
Come orientarsi tra orari, prezzi e drink? Ecco come funzionano e quanto costano i quattro club di Zrce Beach a Pag.

Tutti gli AfterBeach Party sono sempre gratuiti; a pagamento, chiaramente, solo le consumazioni al bar, che però non sono mai obbligatorie.

A tal proposito, può essere utile ricordare che diverse organizzazioni propongono questi servizi come inclusi nel prezzo, ma è giusto sapere che in realtà sono feste dove chiunque accede free. La policy “patti chiari amicizia lunga!” anzi, lunghissima, di viaggiuniversitari.it ci ha sempre ricondotti alla trasparenza assoluta: non abbiamo mai definito come “incluso” un servizio che in realtà è gratuito per tutti.

Per quanto riguarda i party serali nei quattro club di Zrce, c’è un’organizzazione differente per i diversi giorni della settimana.

Discoteche a Pag dal lunedì al giovedì:

Ogni locale propone dj set con star internazionali e il prezzo dei ticket d’ingresso varia molto al variare della fama della guest: negli ultimi anni gli ospiti viaggiuniversitari.it hanno acquistato a prezzi convenzionati party – ad esempio – con Dj Antoine e Christian Marchi a 10 €, Don Diablo e Kalkbrenner a 25 €, Steve Aoki a 30 €. Discorso a parte meritano i Festival che riscaldano le estati di Pag, come il il Barrakud o il Sonus, per cui ci sono tariffe e prezzi a parte.

Discoteche a Pag di venerdì, sabato e domenica:

L’Isola assiste ad un cambio di abitanti, visti i checkout e i check-in che si susseguono di continuo. La formula che vige è quella dell’ingresso gratuito fino a mezzanotte in ogni club, ma è bene sapere (e ricordare!) che spesso fino alle H 1.30 il deserto del Sahara è più popolato di Zrce. Non solo, ma i buttafuori non permettono mai di uscire dai locali prima delle H 2.00.

No, non è nessun sequestro di persona, ma un semplice sacrificio se vuoi l’ #ingressofree!

Ora che ne sai un po’ in più su come è organizzata la movida a Pag, siamo certi che non vedrai l’ora di prenotare le tue vacanze a Pag per l’estate 2021!

Nel frattempo, se vuoi rifarti gli occhi per sapere in anticipo cosa ti aspetta, vai a sbirciare le nostre Stories Instagram sul profilo viaggiuniversitari.it. Enjoy!

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

Dove alloggiare a Corfù

Tu ed i tuoi amici avete scelto Corfù per la vostra estate, state smanettando da giorni sul web per scegliere dove alloggiare ma l’isola pare immensa e le località che offrono alloggi a prezzi stracciati sembrano tutte belle. Lo sappiamo, ormai la conosciamo come le nostre tasche e proprio per questo abbiamo deciso di metterti a disposizione una mini – guida su  dove alloggiare a Corfù! 

Premessa n. 1: in questo articolo, così come tutti quelli che riguardano la Grecia, leggerai spesso la parola “studios“. Questa tipologia di alloggio consiste in monolocali con bagno privato, armadietto, spesso dotati di balconcino o terrazzino, angolo cottura con piastre elettriche e stoviglie. In generale, sebbene chiaramente questa regola non sia valida per tutte le strutture ricettive, si tratta solitamente di alloggi molto semplici e spartani (siamo in Grecia, mai parola fu più adatta alla situazione!). In pratica sono l’ideale se si cerca un punto di appoggio dove dormire e poi partire alla scoperta delle bellezze dell’Isola.

Premessa n. 2: prima di rispondere alla domanda “dove alloggiare a Corfù?”, occorre riflettere un po’ sul tipo di vacanza che si vuol fare e si desidera. L’isola, infatti, è davvero ricca di località stuzzicanti ma profondamente diverse tra loro.

Ok, giuriamo di aver finito con le premesse! Ora siediti comodo e concenditi due minuti esatti per leggere questo articolo. Ti sarà davvero molto utile!

1. Ipsos

Partiamo chiaramente da Ipsos che, insieme con Dassia, rappresenta un po’ l’accoppiata vincente per una vacanza a Corfù per giovani. Spesso considerate come una cosa sola, si tratta in realtà due località molto diverse tra loro, che in comune probabilmente hanno solo la vicinanza.

Ipsos è certamente la più famosa, soprattutto grazie al suo lungomare pieno di localini, fast food, piccole taverne e ristorantini tipici, pizzerie (non può mancare La Bella Napoli), discobar ed una discoteca, il Montecristo, conosciuta praticamente da tutti. Al di dei locali, c’è la lunghissima spiaggia in ciottoli dove poter noleggiare sdraio ed ombrelloni a buon prezzo  e divertirsi tra vari giochi acquatici. Tutte le strutture proposte da viaggiuniversitari.it consentono di raggiungere a piedi il lungomare: per un giovane tra i 18 ed i 25 anni in vacanza, questa è la località perfetta dove alloggiare a Corfù.
Si tratta di alloggi molto semplici (Hotel 2*-3* o Studios), ma che hanno superato la rigida selezione del nostro Team perché ben gestiti dai proprietari e ben posizionati rispetto alla vita notturna.
La centralità di Ipsos ti permette di raggiungere agevolmente ogni giorno una spiaggia diversa, senza escludere le escursioni in barca che quotidianamente partono dal pontile per raggiungere anche via mare delle baie incontaminate.

2. Dassia

Pur essendo più tranquilla e quindi consigliata a chi preferisce una vacanza meno chiassosa, Dassia ha il vantaggio di essere molto vicina ad Ipsos. Non c’è un vero e proprio lungomare – se non un piccola piattaforma che attraversa tutti gli stabilimenti balneari e gli hotel – e la località è attraversata da una grande strada che conduce dal porto fino ad Ipsos e Barbati.
Questa località ha un paio di location davvero belle per giornate di mare ricche con tutti i comfort (su tutte l’Edem Beach Club ed il Malibù) ed una taverna, “Karydia“, dove mangiare davvero bene e ad un ottimo prezzo. È ricca di studios ed alberghetti a buon prezzo, ma anche qualche struttura di livello internazionale.

3. Kavos

Se sei giovane e stai setacciando il web alla ricerca di una vacanza che faccia al caso tuo, probabilmente ti sarsarai  imbattutto in Kavos – località a sud dell’Isola – e nelle sue recensioni così diverse tra loro. Il popolo del web si divide tra chi la definisce “bella e trasgressiva”, una specie di #paesedeibalocchi greco ed altri che invece puntano il dito contro gli inglesi che la affollano, perennemente ubriachi, che sicuramente non offrono una piacevole sensazione a chi ci mette piede anche solo per un giorno.

*Curiosità: i greci raccontano che questa località in passato, grazie ai sussidi del governo britannico, attirava migliaia di inglesi provenienti dai ceti meno abbienti del popolo di sua Maestà – insomma, il popolino – e che i ragazzi inglesi approfittavano delle birre a buon prezzo per trascorrere una vacanza su di giri. Ora la situazione sta progressivamente cambiando, la località si sta aprendo ad un turismo più internazionale e piano piano Kavos sta diventando un punto di riferimento anche per altri mercati.

Al momento, il consiglio è quello comunque di trascorrere lì al massimo una serata durante la propria vacanza, in attesa di nuovi sviluppi sotto questo punti di vista. Com’è? Patti chiari… amicizia lunghissima!

4. Corfù Town

Dormire a Corfù Town significa vivere in un vero e proprio centro città fatto di strade, piazze, giardini pubblici incredibilmente belli. L’impronta della dominazione veneziana si nota sempre e dona un tocco di eleganza tutta italiana al posto; il tutto è arricchito da un panorama vista mare in diversi punti, così come dalla storica fortezza.

Chi dorme a Corfù Town ha il vantaggio di poter passeggiare liberamente alla sera nelle strade affollate di gente, luci, negozietti e taverne dove gustare piatti tipici. Per raggiungere i punti mare, però, è necessario spostarsi spesso anche per diversi km. Sia chiaro, spostarsi ogni giorno su una spiaggia diversa è una cosa che consigliamo sempre a tutti, ma lasciarsi assalire dalla pigrizia per un paio di giorni e scegliere di arrivare a piedi in spiaggia crediamo sia un diritto inviolabile del viaggiatore!
In termini di strutture ricettive ce n’è per tutti i gusti: dal boutique hotel alla pensioncina a gestione familiare, dall’Hotel 3 stelle sino a gradevoli studios. Consigliato per chi desidera una vacanza itinerante di giorno e comoda di sera, in una zona dotata di ogni comfort.

5. Sidari

Sidari è una bellissima località a nord dell’isola, praticamente di fronte l’Albania, un po’ isolata rispetto ad altre come Ipsos, Dassia, Corfù Town che consentono una vacanza più movimentata data la loro centralità.

Qual è il suo più grande punto di forza? Sicuramente è una delle cittadine in cui si può apprezzare la Grecia più vera e autentica. Inoltre, a due passi si può raggiungere il Canal d’Amour, uno dei punti d’interesse più conosciuti dell’Isola. Lo svantaggio è che ci vuole per forza di cose un’auto per girare: muoversi da Sidari con scooter a noleggio non è il massimo, anche vista la qualità di quelli disponibili sull’isola. La zona spesso è molto ventilata e questo fa sì che il mare sia agitato di frequente. Come strutture ricettive troverai alberghetti e studios adatti ad ogni tasca.  Nella scelta di dove alloggiare a Corfù, Sidari è consigliata per chi desidera una vacanza più “stanziale”.

6. Paleokastritsa

Se sei arrivato a fondo articolo significa che sei realmente interessato a sapere dove dormire a Corfù.  L’ultima località che ci sembra doveroso raccontare, fermo restando che non avremmo potuto indicarle tutte altrimenti ne sarebbe uscita fuori una vera enciclopedia (mancano – tra le tante – Kassiopi e Barbati ad esempio), è Paleokastritsa.

Si tratta di una zona davvero tranquilla, che si raggiunge tutto sommato agevolmente anche in una trentina di minuti di scooter da Corfù Town. Qualora tu la scelga come località dove alloggiare a Corfù, un’auto è d’obbligo per girare di sera: niente scooter dopo il tramonto, le strade non sono il massimo! 
Sulla località non possiamo che spendere parole positive: il mare è particolarmente pulito, il fondale è spesso roccioso e questo fa in modo che gli scorci siano davvero belli da ammirare, fotografare e postare sui social.

Dormire a Paleokastritsa significa poter raggiungere comodamente tutti i giorni il Beach bar La Grotta, di cui abbiamo spesso parlato nei nostri articoli, così come noleggiare una barchetta per trascorrere una splendida giornata a Paradise Beach. Una ripida salita dalla piazzetta conduce al Monastero di Paleokastritsa, una delle chiese più suggestive dell’intero Mediterraneo. Le strutture ricettive presenti in questa zona si adattano davvero a qualsiasi tipo di turista.

Bene, amica o amico che tu sia, ora hai davvero tra le mani una mini – guida per valutare con attenzione tutte le offerte che troverai cercando dove dormire a corfù per vivere una vacanza meravigliosa in questa destinazione!

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

Cosa fare con meno di 100€ a Gallipoli?

Cosa fare con meno di 100€ a Gallipoli?

Gallipoli non è propriamente una destinazione “economica” nel senso più stretto del termine. E’ pur vero, però, che paragonandola ad altre mete top per i giovani, questa definizione sembrerà quasi ingiusta. Cosa vuol dire? Che se confrontiamo Gallipoli ad alcune isole greche – come Zante e Corfù – chiaramente i prezzi della capitale della movida italiana sembreranno più elevati. Un occhio più attento, però, noterà subito che per location, quantità e qualità degli eventi proposti, il Salento vince senza giocare la partita!

Sia chiaro, ci riferiamo esclusivamente al costo medio della vita, perché riguardo gli alloggi ci sarebbe da scrivere un’intera enciclopedia ed, oggettivamente, il rapporto qualità-prezzo sotto questo punto di vista spesso lascia a desiderare, soprattutto in zona Baia Verde.

Quindi, dicevamo, se si paragona Gallipoli a Zante o Corfù la si ritiene mediamente più costosa, ma è il paragone in quanto tale ad essere errato. Per un confronto giusto, dovremmo tirare in ballo destinazioni come Ibiza e Mykonos e, messa così, ad occhio e croce Gallipoli costa anche la metà! Non sei ancora convinto, vero?
Forse qualche esempio può aiutarci. Cosa può fare un ragazzo con meno di 100€ a Gallipoli?

1. L’ingresso in discoteca

L’accesso ad una serata top come “il Martedì del Villaggio”, curato dallo Staff del Samsara Beach, o al Riobo costa intorno ai 25 € (o meglio, un prezzo medio tra i 20 ed i 30 € a seconda se si tratti del mese di luglio o agosto). Il Riobo è una delle discoteche più belle d’Italia: ricavata in una masseria del ‘600, nonostante i numeri da stadio riesce a conservare un fascino davvero invidiabile. Insomma, il prezzo è più che ragionevole!

*Consiglio: se non sei in vacanza con viaggiuniversitari.it – che in tutte le serate con cui è convenzionato ha ingresso preferenziale per i suoi ospiti –  conviene raggiungere il club con largo anticipo per evitare infinite ore di coda. E quando diciamo “ore infinite” non esageriamo affatto.

Altra location da non perdere è sicuramente La Praja, discoteca che si trova proprio nel cuore di Baia Verde, dove lo slogan #settesusette scandisce il ritmo dell’estate salentina: tutte le sere La Praja è aperta con un party diverso ospitando artisti che raggiungono il Salento da ogni parte del mondo. La serata top? Probabilmente il giovedì, che ormai da diversi anni ospita il POPFEST “People on Pleasure”. Negli ultimi anni dj come Axwell, Bob Sinclair, Ingrosso e tanti tanti altri hanno raggiunto il tacco del belpaese per uno show senza precedenti! Spesa media tra luglio ed agosto per una serata @La Praja: 20€. Chiaramente quando gli ospiti sono famosi davvero in ogni angolo del globo, il prezzo sale di un pelino.

2. Breakfast

Una colazione all’alba ai piedi delle mura di Gallipoli con caffè in ghiaccio ed il pasticciotto leccese, toccasana per il gusto e per l’anima, ti costerà una spesa poco superiore ai 2 €. Mai sentito parlare del caffè alla salentina?  Ti raccontiamo un breve aneddoto. Con l’arrivo degli spagnoli, sull’esempio del “Café del Tiempo”  il tipico caffè di Valencia, in Salento si serviva il caffè con menta o buccia di limone e pezzi di ghiaccio. La tradizione ha resistito nel tempo, ma il tocco meridionale alla “ricetta” non poteva mancare: una variante che rende davvero squisito il Caffè in ghiaccio consiste nell’aggiunta di latte di mandorla. Dissetante!

3. Puccia sul lungomare

Percorrendo la strada che collega Baia Verde al Centro di Gallipoli, troverai decine di piccoli camioncini (noi suggeriamo da Ferruccio a Lido San Giovanni) con delle panche dove potersi accomodare in un ambiente spartano ma suggestivo, che in pochi minuti sfornano delizie a ripetizione. Su tutte, l’accoppiata puccia + birra fredda è un must dell’estate salentina: saziante e gustoso. Che cos’è la puccia? Un pezzo di pane con molta mollica, dal diametro di circa 20 – 30 centimetri, che nelle ricette tradizionali veniva servito con capperi e acciughe, ma che oggi viene farcito in mille modi… anche se i più anziani storcono il naso alla puccia hamburger e patatine! Di solito la gente del posto consiglia la variante in verdure ed ortaggi. Spesa totale: circa 8 €.

4. Un lettino allo Zen

Uno degli stabilimenti più conosciuti e gettonato tra i ragazzi di Baia Verde offre un lettino all’interno della spiaggia per un costo medio di 10 €. Discorso diverso quello degli ombrelloni: sono davvero pochi in rapporto al numero di persone che raggiunge la spiaggia e nella stragrande maggioranza dei casi vengono riservati a chi prenota la postazione per l’intero mese. Ma c’è solo spiaggia privata? No, i lidi privati si alternano sempre alla spiaggia libera anche se, ad onor del vero, bisogna dire che spesso se si è in un grosso gruppo non è facile trovare posto in spiaggia uno accanto all’altro.

Insomma… come avrai potuto vedere gran parte delle principali attrazioni gallipoline è più che accessibile alle nostre tasche! Vero è che non si tratta di una destinazione dove spendi giusto due spiccioli ma il rapporto qualità/prezzo del costo medio della vita è sicuramente conveniente. D’altro canto, come diciamo sempre, il vero segreto per non restare mai delusi da una vacanza è sempre chiudere gli occhi e chiedersi: cosa amo fare? Se il tuo ideale di vacanza ruota intorno a 7 mattinate in spiaggia, un giretto al centro nel pomeriggio e cocktail bar alla sera, sicuramente ti sembrerà cara come destinazione semplicemente perché penserai di pagare tanto… per servizi che in realtà non ti interessa ricevere!
Per essere la capitale della movida italiana, una vacanza a Gallipoli non ti costerà così tanto quanto sembra. Provare per credere!

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎