Categorie
Blog

Vita notturna: divertirsi a Pag

Il centro della vita notturna a Pag è la mega spiaggia di Zrce: votata come la più bella dell’Adriatico, riserva naturale con mare cristallino, bandiera blu della costa, cuore pulsante della movida croata.
Sono quattro gli open air club ad essere il teatro dello spettacolo che ogni anno rendono l’isola di Pag tra le mete più richieste per la sua offerta artistica di intrattenimento. Ma una cosa è certa: divertirsi a Pag significa vivere a pieno gli eventi di Zrce Beach. In attesa di conoscere i protocolli ufficiali per l’estate 2021, ecco una mini guida dei club più cool dell’isola regina del divertimento!

Il grandioso Aquarius

I Club sono attivi tutto il giorno, ma è dal pomeriggio che si riscalda l’atmosfera con i famosi After-Beach Party che hanno reso grandiosa una delle location più suggestive tra quelle ospitate dalla spiaggia di Zrce, l’Aquarius. Un profilo artistico che nulla ha da invidiare ai più grandi club del mondo trova perfetta collocazione in questa meravigliosa cornice a due piani dal design moderno.  Nell’ultimo weekend di maggio l’Aquarius si trasforma in paese dei balocchi ospitando l’evento che dà il via alla stagione estiva vera e propria: lo Zrce Spring Break. In realtà tanti sono i Festival musicali che interessano la spiaggia di Zrce, a cui l’Aquarius risponde sempre presente!

Il Papaya

Il più grande in assoluto, probabilmente quello che avrai visto più spesso taggato in foto dei tuoi amici che hanno scelto di trascorrere le loro vacanze a Pag. Al sesto posto tra le Top Disco al mondo, può ospitare fino a 5000 persone: Dj set da paura permettono ogni sera, da giugno fino a settembre, di vivere delle esibizioni in live show di altissima qualità. Prender parte ad un evento al Papaya vuol dire scatenarsi a ritmo di musica in pista, in acqua, in piscina… insomma davvero ovunque!

Il Kalypso

“Fun Fun Fun” questo il grido di battaglia del Kalypso. E’ la più distaccata dal gruppo dei 4Club #openair di Zrce: questo lo rende meno affollato, più esclusivo ma ugualmente molto scenico. Dall’eccezionale ambientazione tropicale con dei veri e propri alberi all’interno, dà la sensazione a tutti i suoi ospiti di metter piede proprio in una vera e propria foresta.  Il Kalypso è spesso scelto per relax pomeridiano, ottimo per carburare e recuperare le energie, anche se non mancano affatto momenti di follia in alcuni pomeriggi: il Foam Party è il più gettonato per chi desidera essere inondato dalla schiuma!

Il Noà

Ultimo, ma non per importanza, il Noà. Decisamente diverso dagli altri locali non è stato costruito sulla spiaggia, bensì in acqua. Sì, hai capito bene, stiamo parlando di una vera e propria “palafitta” dotata di tutti i comfort, disposta su due piani, accessibile anche dal mare, che può contenere fino a 4000 persone! Probabilmente parliamo della struttura più suggestiva in assoluto, dato che per raggiungerla bisogna attraversare un pontile e, dunque, ci si ritrova poi a ballare in una rotonda in mezzo al mare. Figo, vero?

Balla con i Top DJ

Questi i 4 Top Club scelti dagli organizzatori dei Festival musicali più importanti dell’isola, che ogni anno richiamano migliaia e migliaia di giovani da tutta Europa. Tra tutti, sicuramente i più importanti e gettonati restano l’Area4, il Sonus Festival ed il giovanissimo BlackSheep Festival che nonostante i pochi anni di gavetta ha già conquistato i cuori di tutti coloro che l’hanno vissuto. Top Dj come David Guetta, Sven Vath, Vinai, Quintino, Calfan, Villalobos, Nervo hanno suonato qui e siamo certi che continueranno a farlo per ancora tanti anni, per rendere sempre più indimenticabile l’estate a Pag!

Patti chiari…

La nostra policy si basa su un motto che molti urlano a gran voce e pochi praticano: patti chiari… amicizia lunghissima! Per te allora ecco una mini – guida per sopravvivere felicemente nella foresta di Zrce, senza spendere più del dovuto 🙂

Gli after beach sono sempre gratuiti, paghi solo ciò che consumi e il drink non è mai obbligatorio. Per quanto riguarda invece il by night, funziona più o meno così: dal lunedì al giovedì ogni locale propone un ospite internazionale, per cui puoi acquistare il ticket di ingresso per uno dei club. Il venerdì, sabato e domenica solitamente l’isola saluta gli ospiti in uscita e accoglie quelli in entrata, quindi viste le operazioni di check-in e checkout da fare, non ci sono grandi nomi a suonare nelle discoteche.

Nota bene: venerdì, sabato e domenica puoi accedere gratuitamente a tutti i locali fino a 00.00, ma sappi anche che fino alle H 1.30 -2.00 il deserto del Sahara è più popolato di Zrce.  Piccolo sacrificio se vuoi l’ #ingressofree!

Poste queste premesse, non dovrai far altro che divertirti per la tua vacanza a Pag: l’isola che non c’è, ora c’è! 😀

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

Punti mare a Budva

Le spiagge di Budva

La riviera di Budva è un tratto di costa bellissima che si estende per ben 38 km e che gode di 35 spiagge sabbiose, baie, insenature e calette nascoste. Spesso le troviamo in perfetta alternanza, tra spiagge pubbliche e private anche sullo stesso tratto di costa: le prime non sono mai troppo affollate, le seconde offrono servizi di alta qualità a prezzi modici. Per intenderci, il classico twin set di ombrellone e 2 sdraio/lettini costa solitamente intorno ai 10 € in totale.

La spiaggia più importante: Becici

Becici è la spiaggia più importante di Budva: lunga 2 km, è stata riconosciuta tra le più belle di Europa da qualche anno a questa parte. Qui è possibile trovare ogni comfort con strutture balneari molto ben attrezzate. Non a caso questa spiaggia è stata scelta dall’organizzazione del Samsara di Gallipoli in versione Deluxe come location per il suo nuovo lido: nulla a che vedere con i beach party gallipolini o di Riccione, il nuovo format trova il suo punto di forza nel servizio – spiaggia. Un ottimo ristorante con cucina italiana rende sempre molto piacevoli le giornate degli ospiti. La spiaggia è raggiungibile in pochi minuti di Shuttle Bus – proposto nell’offerta viaggiuniversitari.it – o taxi, che costa ugualmente pochi euro.

Ploce Beach

Mai sentito parlare del Ploce? Forse no, ma di sicuro i vostri amici che hanno già visitato Budva vi avranno riempito la Home con questo Twag! E’ una suggestiva struttura scavata nella roccia a picco sul mare, sviluppata su più livelli. Ogni pomeriggio l’After Beach party in zona piscina infiamma la già calda atmosfera:  decine di ombrelloni piantanti al suo interno permettono di sorseggiare drink mentre tutti intorno ballano ricoperti di schiuma. Il tragitto è breve, ma il bus è necessario per raggiungere la spiaggia.

Trincica Zalaz

Impronunciabile, vero? Ecco perché tra noi e con i nostri ospiti, la chiamiamo Spiaggia Selvaggia: più comodo e fortemente indicativo! Si tratta di un minuscolo lembo di terra, raggiungibile solo via mare, in taxi boat. Una costa frastagliata tutta da ammirare durante il giro in barca si schiude su una spiaggetta isolata e con pochi ombrelloni e sdraio, ai piedi di un gazebo in legno dove poter gustare il pescato del giorno, cucinato per i nostri ospiti dalla gente del posto. Una giornata da ricordare, surreale per quanto bella!

La spettacolare Sveti Stefan

Verso Sud si trova la spiaggia di Santo Stefano, conosciuta dai montenegrini come Sveti Stefan: un suggestivo isolotto collegato alla terraferma da una lingua di sabbia dorata. In passato era un paese di pescatori, poi – durante gli anni di Tito – tutti gli abitanti furono costretti a trasferirsi sulla terraferma, in quanto il dittatore slavo decise di trasformare l’isolotto in un hotel di lusso. Dunque, ormai da tanti anni, è possibile passeggiare per le sue caratteristiche vie solo se si soggiorna in una delle sue abitazioni. La maggior parte dei turisti, quindi, può solo fotografare da lontano, pur se si può trascorrere la giornata sulla spiaggia a sud dell’isolotto dalla quale si riesce a godere da vicino del panorama. Invece per gli ospiti dell’Hotel è dedicata la spiaggia a Nord, conosciuta anche come la spiaggia del Re. Se invece si decide di fare una piccola escursione tra una vegetazione rigogliosa e scogli rossastri si può raggiungere la bella Spiaggia della Regina. Infatti, c’è da dire anche che negli anni ’30, in un’area costiera di fronte all’isolotto, venne costruita Villa Miločer, utilizzata poi come residenza estiva dalla regina di Jugoslavia, Marija Karadordevic. Per questo motivo, poi, queste due spiagge hanno preso il nome del Re e della Regina.

Jaz e la Grotta Blu

Sulla costa ad Ovest di Budva si trova la spiaggia di Jaz: è una delle spiagge più lunghe del litorale ed è fatta di sabbia e ciottoli, da Nord è raggiungibile solo via mare, ma da qui si può ammirare la famosa Grotta Blu (Plava spilja). Ad ogni modo, su questa grande spiaggia è possibile davvero fare tante cose: vengono organizzati tour guidati in barca, escursioni in canoa o kayak o – se si vuole superare ogni limite – ci si può arrampicare su uno scoglio alto 7 metri e tuffarsi direttamente dall’apice. Infine, si sappia che è una spiaggia spesso attiva anche di notte con eventi di vario genere, manifestazioni culturali e festival musicali.

Le spiagge più tranquille

Per chi invece desidera spiagge meno movimentate c’è Petrovac. Se poi si vuol scegliere zone davvero poco frequentate, basterebbe allontanarsi un paio di km da qui: c’è la lunga spiaggia di Buljarica fatta in parte di sabbia e in parte di ghiaia o anche gli isolotti di Katric e St. Sundav che sono davvero due paradisi naturali: il secondo è molto gettonato dagli amanti delle immersioni.

L’isola di San Nicola

È una delle attrazioni principali del Montenegro e si trova a poca distanza dalla costa di Budva: si tratta di una riserva naturale, piena di cale, spiaggette ed insenature soprattutto nella parte meridionale. L’ideale per chi desidera trascorrere una giornata in assoluto relax.

I tramonti di Plavi Horizonti

Plavi Horizonti si trova a nord del Paese, nella penisola di Lustica ed è un punto mare fantastico trovandosi nella macchia mediterranea. Ha una meravigliosa forma a mezzaluna, è completamente circondata dalla vegetazione ed è un punto ideale per ammirare i tramonti.

I 13 km diUlcinj

La Spiaggia grande di Ulcinj è la spiaggia di sabbia fine più grande del Montenegro, lunga ben 13 km. La sabbia è scura e per questo il fondale appare poco limpido, ma la poca trasparenza non è certo sinonimo di inquinamento: le acque risultano essere tra le più pulite di tutta la costa montenegrina. Su questa spiaggia si riescono a trovare diverse strutture balneari a buon prezzo: servizio spiaggia, bar e ristoranti sono tra i più economici del Montenegro, con pochi euro si può vivere davvero una bella giornata. Tra l’altro, per alcuni tratti di questa lunghissima spiaggia, si possono praticare windsurf e kitesurf. Per altri tratti, invece, è preferita dai nudisti.

Slovenska è la spiaggia più centrale

Slovenska è la spiaggia principale di Budva, molto affollata nei mesi estivi e dotata di ogni servizio per soddisfare le esigenze di tutti sino a notte inoltrata. La spiaggia è di sabbia e ciottoli: sicuramente non si tratta del punto mare più bello, ma considerando la sua centralità rispetto alle principali attrazioni di Budva, non ci su può proprio lamentare. Tra l’altro, lungo la riva, c’è un curato percorso pedonale che porta sino alla Città Vecchia.

Mogren

Mogren si trova alle spalle del monte Spas ed è caratterizzata da due piccole spiagge sabbiose che sono collegate tra di loro da una galleria. Si sviluppa tra una rigorosa vegetazione mediterranea che espande il suo odore fino alle acque cristalline. Questa spiaggia si può raggiungere anche a piedi attraverso un sentiero asfaltato che parte dalla Città Vecchia.

Drobni Pijesak

La spiaggia di Drobni Pijesak ha un nome molto curioso: letteralmente significa sabbia in polvere, ma in realtà è composta da ciottoli bianchi come la neve che da lontano creano un effetto ottico curioso, facendo pensare che sia sabbia. La spiaggia è una mezzaluna circondata da vegetazione e con nessuna costruzione ad intaccare la sua naturale bellezza.

Kraljicina da i sassolini rossastri

La Spiaggia Kraljicina, presso Canj, è molto caratteristica: i sassolini rossastri e il colore del mare verde smeraldo la rendono unica. La spiaggia si divide in due parti: una parte è attrezzata con ombrelloni e sdraio (e un essenziale servizio di bar-ristorante) e l’altra parte è libera.

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

Come arrivare a Corfù

Arrivare a Corfù: meta per le vacanze sempre più gettonata

Corfù si trova a largo della costa Occidentale della Grecia. Grazie al suo clima mediterraneo, il mare cristallino e la vegetazione presente in ogni angolo dell’isola è diventata una meta sempre più scelta dai turisti. Tra le attrazioni principali c’è da citare anche il centro storico di Corfù Town, da molti anni patrimonio mondiale dell’Unesco: qui si potrà passeggiare su stradine acciottolate con scalinate e passaggi a volta, tra edifici, palazzi e fortezze dell’epoca del dominio veneziano che si fondano in vicoli e piazzette appartate.

Questa meravigliosa isola dello Ionio è raggiungibile in Nave o in Aereo dall’Italia.

Nota bene: siamo in attesa – come tutti – di conoscere i protocolli definitivi che ci indicheranno come viaggiare nel 2021. Ormai è ben più che un’indiscrezione quella relativa al “Green Pass” un certificato gratuito che consentirà di attraversare le frontiere attestando l’avvenuto tampone negativo 48h prima della partenza, l’avvenuta vaccinazione o guarigione dal Covid-19.

Raggiungere Corfù in Aereo

La prima opzione è quella preferita dalla maggior parte dei turisti, in quanto l’offerta economica è abbastanza vantaggiosa, soprattutto se prenotata con il dovuto anticipo. L’aeroporto internazionale di Corfù Ioannis Kapodistrias si trova a due km da Corfù Town. Per tutto l’anno ci sono collegamenti nazionali con le città di Atene e Salonicco, mentre durante i mesi estivi aumentano le tratte internazionali.

Dall’Italia si arriva a Corfù anche attraverso i voli di linea solitamente sono le compagnie low cost ad inserirla nella loro programmazione, ma è bene provvedere all’acquisto con tanti mesi di anticipo altrimenti di low cost hanno solo lo slogan.

Generalmente il grosso dei turisti approda a destinazione attraverso i voli charter organizzati da diversi Tour Operator con partenza dai principali aeroporti italiani. Ciò che li rende particolarmente appetibili sono le politiche di pricing molto più stabili: l’acquisto risulta vantaggioso sia per chi prenota prima ma anche per gli indecisi dell’ultima ora!

Quest’anno la programmazione viaggiuniversitari.it prevede il viaggio diretto dall’aeroporto di Napoli, Roma, Milano alla volta di Corfù, ideale per la tua vacanza a Corfù! Con circa 30 minuti di trasferimento Bus potrai arrivare da lì ad Ipsos, la località dove solitamente si concentra la maggior parte degli alloggi per giovani sull’isola.

Raggiungere Corfù in Nave

A Corfù ci sono due porti, abbastanza vicini tra loro: il porto nuovo (Neo Limani), per i traghetti provenienti dall’Italia e il porto vecchio (Paleo Limani), più vicino a Corfù Town  utilizzato per escursioni o piccoli imbarcazioni.

Dall’Italia, l’isola è raggiungibile da Bari, Brindisi ed Ancona (nei mesi estivi) e da Venezia con Superfast, Minoan – Grimaldi Lines. Con il viaggio diretto da Bari o Brindisi ci si impiega circa 9 ore di viaggio, mentre da Ancona 14 ore e da Venezia 26 ore, insomma non il massimo per chi cerca una vacanza no stress. In molti casi c’è anche la possibilità di approdare prima a Patrasso o a Igoumenitsa, ma poi il viaggio – ovviamente – risulta più lungo perché si deve prendere il traghetto interno per attraccare a Corfù.

C’è chi preferisce optare per la soluzione del viaggio in nave in modo che possa imbarcare l’auto per visitare l’isola in ogni suo angolo – anche se il mezzo di spostamento preferito dai turisti resta lo scooter per i buoni prezzi praticati in loco.

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

Come arrivare a Gallipoli

Spesso e volentieri molti ragazzi italiani scelgono destinazioni fuori dal Belpaese per le loro vacanze attratti dal fascino dell’estero. Tuttavia, in molti casi, le loro aspettative vengono disattese, soprattutto se già hanno vissuto un’estate nella bellissima Gallipoli, dove una giornata tipo può iniziare scegliendo una delle magnifiche spiagge con sabbia bianca e mare cristallino del litorale, può continuare con i famosi Beach Party della costa fino al tramonto ed infine si può concludere ballando fino al mattino nelle discoteche che ospitano i più grandi dj di fama internazionale.

Può non essere semplice raggiungere Gallipoli, soprattutto dal Nord Italia.

Raggiungere Gallipoli però non è facile soprattutto per i ragazzi del Nord. L’aeroporto di Brindisi si trova ad 80 km e spesso molti turisti si lamentano della saltuaria efficienza del servizio con il centro del divertimento. Inoltre, il volo diretto c’è da pochi aeroporti del Nord Italia. In più, nessun Tour Operator italiano del Nord è riuscito ad inserire voli charter con pacchetti organizzati che renderebbero Gallipoli più facilmente accessibile. Tuttavia, ci sono diverse realtà turistiche che si sono adoperate per agevolarne la raggiungibilità: c’è chi ha organizzato degli autobus diretti (ma il viaggio risulta particolarmente lungo e stressante, anche perché è difficile immaginare il tempo di percorrenza dato che – nel periodo estivo – non sono da escludere rallentamenti vari in autostrada); e c’è invece chi ha organizzato i trasporti sino a Lecce con Trenitalia per poi terminare il viaggio con un bus di collegamento sino a destinazione. Ovviamente il servizio migliore lo offrono le frecce, mentre gli Intercity – oltre ad esser più lenti – risultano essere anche i meno puntuali.

Raggiungere Gallipoli con auto o bus.

Per quanto riguarda il Sud, in particolare i turisti provenienti dalla Campania e dalla Puglia, spesso scelgono di arrivare a Gallipoli in auto. Questo risulta essere un discreto vantaggio in quanto le risorse turistiche sono abbastanza sparpagliate (anche una cinquantina di chilometri) e quindi – durante il periodo di vacanza – con una propria auto si riesce a raggiungerle. Ci sono diverse compagnie di linea che organizzano questo collegamento: la Miccolis, Flixbus e la Marino con servizi giornalieri (i prezzi si aggirano sui 70 € a/r).

Infine, per ovviare a quest’ultimo problema, diversi Tour Operator strutturano delle offerte includendo viaggio, alloggio e tutti i trasferimenti per godere a pieno delle risorse turistiche del territorio. In questo modo, anche chi non ha la possibilità di giungere a destinazione con mezzi propri, riesce a vivere al meglio la destinazione senza dover ricorrere per forza di cose ai taxi che qui a Gallipoli – più che altrove – risultano essere abbastanza cari. Se sei alla ricerca di un’offerta per le tue vacanze a Gallipoli, non puoi che dare uno sguardo ai pacchetti proposti da viaggiuniversitari.it.

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

Le Spiagge di Corfù

Corfù – Il paradiso verde dello Ionio

L’isola di Corfù è una delle più belle del Mediterraneo ed è definita il Paradiso verde dello Ionio per la sua natura a tratti incontaminata. Questo aspetto spesso selvaggio si combina in ogni angolo dell’isola con punti mare favolosi e spiagge sempre diverse, dando vita a panorami variegati e paesaggi mozzafiato.

La spiaggia di Ipsos

La spiaggia più conosciuta, soprattutto perché è il centro della movida dell’isola, è la lunga spiaggia di Ipsos, situata sulla costa orientale dell’isola – a nord di Corfù Town – con alle spalle la strada dove si trovano numerosi negozi, piccoli supermercati, bar e locali. La spiaggia in ciottoli di Ipsos è bagnata da un mare limpido con un fondale poco profondo ed offre una bella vista del monte Pantokratos, che sorge alla sinistra del litorale. Il lungomare è pieno di fast food dove mangiare con pochi euro e bar dove rilassarsi con un caffè (… greco) e ripararsi un po’ dal sole. Inoltre, per i ragazzi che amano gli sport acquatici, va sicuramente segnalato il famosissimo Sport Center di Ipsos: divertimento assicurato!

La spiaggia di Dassia

A 3 km da Ipsos c’è la spiaggia di Dassia, situata sulla costa orientale dell’isola, anch’essa dunque con vista sul monte Pantokratoras. Si tratta di una località molto popolare e frequentata, dall’ambiente tipicamente internazionale poiché caratterizzato da numerosi complessi alberghieri con turisti proveniente da ogni dove. La spiaggia è ampia, lunga e fatta di sassi e sabbia ed è attrezzata con sdraio ed ombrelloni; si possono svolgere sport d’acqua ed in certi punti – alle sue spalle – presenta delle piacevoli zone verdi punteggiate da palme, con un mare sempre cristallino. La spiaggia non è quasi mai battuta dal vento e per questo il mare è sempre calmo, molto limpido, addirittura trasparente, nonché poco profondo. Tra i  “beach club” consigliamo l’Edem: uno stabilimento davvero delizioso pieno di arredi in bambù e piante dal sapore tropicale. Nonostante sia ampiamente frequentato, è molto intimo. Al tempo stesso una delle strutture più belle di Corfù è il Malibu Beach Club, veramente strepitosa in termini di qualità dei servizi: piscina, bar, ristorante dove si mangia molto bene, grandi lettoni dove prendere il sole con il proprio gruppo di amici. Problema: non accetta prenotazioni, chi prima arriva meglio alloggia.

La spiaggia di Marathias

Tra le spiagge più belle di Corfù perché molto ampia, spaziosa e con un litorale sabbioso quasi immenso. Il mare è limpido e pulito, anche se c’è da dire che spesso i forti venti creano qualche problemino incidendo sulla “pulizia” delle acque disseminando alghe. La cosa che i nostri apprezzano di più è che la spiaggia è molto grande ed è di sabbia finissima, cosa che gli italiani amano molto e che a Corfù non è così scontata! La spiaggia è circondata da dune di sabbia che ricordano un paesaggio quasi lunare. Tanti gli stabilimenti balneari disponibili, ma noi di viaggiuniversitari.it al mattino preferiamo il Wave dove organizziamo BeachParty a seguire. Piccola pecca, oltre il clima spesso ventilato come accennato prima, è la difficoltà nel raggiungerla ecco perché consigliamo di farlo in auto o con i bus organizzati dalle agenzie che propongono questo tipo di escursione. Ovviamente, tra loro anche noi di viaggiuniversitari.it!

La spiaggia dorata: Glyfada

A 16 km da Corfù città c’è la spiaggia di Glyfada, vicino Pelekas. Una spiaggia lunga e larga di soffice sabbia dorata, con scogliere ricoperte di alberi e formazioni rocciose nel mare cristallino. E’ possibile trovare attrezzature per sport acquatici e nelle vicinanze della spiaggia negozi e taverne. Vera punta di diamante della spiaggia di Glyfada è il Pazuzu beach club: lettoni a baldacchino, ristorante, bar e area per l’after beach party più figo dell’isola! Negli ultimi anni i più importanti Top Djs fanno tappa qui tra le 17 e le 22 circa.

La spiaggia di Kerasia

Se si decide di fare un’esperienza in barca e raggiungere luoghi incontaminati, lontani dalla città, allora c’è da consigliare la spiaggia di Kerasia. Una piccola baia utilizzata fin dall’antichità come punto di approdo per le piccole imbarcazioni che trasportavano ciliegie ed infatti il nome Kerasia in greco significa albero di ciliegio. E’ situata nell’estremità nord orientale dell’isola e dista circa 35 km dalla città di Corfù. E’ una bella spiaggia di ciottoli bianco-perlati, incastonata in una baia molto pittoresca, ricoperta da una vegetazione di cipressi, ulivi, eucalipti e ciliegi. Proprio per questo motivo il mare assume un colore verde smeraldo.

Non è uno scioglilingua: Paleokastrista

Se si cerca un punto mare diverso dal solito, dove poter fare anche aperitivo, Paleokastrista va inserita nella todolist della propria vacanza in Grecia. La baia è situata ai piedi del villaggio omonimo e non è esattamente dietro l’angolo per chi alloggia in zona Ipsos, in quanto parliamo di circa una ventina di km da percorrere in 30 – 40 min di scooter. Il percorso è comunque alla portata anche dei guidatori meno esperti ed assicuriamo i nostri lettori che…ne vale la pena!

Ci sono 6 spiagge ciottolose sparse in tutta l’area circostante, circondate da una fitta vegetazione tipica della macchia mediterranea, dai colori intensi e variopinti. La spiaggia principale di Paleokastrista è molto piccola e frequentata, caratterizzata da un piccolo litorale di sabbia chiara e rocce, bagnato da un mare straordinariamente turchese. Facendo un salto sui social alla ricerca della località la tua home sarà letteralmente invasa dalle foto del Beach Bar La Grotta, tappa da non perdere per fare aperitivo in una location scavata nella roccia. Per raggiungere il beach bar c’è un percorso con centinaia di gradini, ma giunti a destinazione l’effetto WOW è garantito. Da Paleokastritsa è possibile noleggiare piccole imbarcazioni per visitare le spiagge dell’insenatura: una menzione particolare merita certamente ParadiseBeach.

La spiaggia di Barbati

La Spiaggia Barbati di Corfù, situata 20 chilometri a nord di Corfù Town, vicino al villaggio omonimo. Per raggiungere questa spiaggia di sabbia e ciottoli, premiata con la Bandiera Blu per la pulizia delle sue acque, bisogna partire da Ipsos in direzione promontorio di Pantokratos. La strada in scooter non è delle più agevoli per le tante curve, ma pochi minuti di sacrificio e si è nella bella cittadina di Barbati. Per raggiungere il mare occorre percorrere una delle ripide discese che conducono in spiaggia: all’andata è tutto semplice, al ritorno quando se si è in due con lo scooter non è raro vedere il secondo passeggero salire a piedi 🙂

Nei pressi della spiaggia sorgono diversi bar e ristoranti di buona qualità – su tutti il Bahia Mare – e c’è inoltre una comoda area verde dove rilassarsi all’ombra degli ulivi. Da non perdere!

Krouzeri e i suoi contrasti

Infine, ma non per ultima, c’è da citare la spiaggia Krouzeri, situata a 25 chilometri a nord di Corfù Town: è una delle più spettacolari dell’isola per il contrasto di colori che offre. Oltre a presentare un mare cristallino ha servizi turistici eccellenti ed un impeccabile manutenzione del litorale. La spiaggia è di ciottoli bianchi e piatti, misti a della sabbia dorata.

Insomma, se una delle prerogative principali nella scelta della propria vacanza è il bel mare, sicuramente Corfù può considerarsi una destinazione appetibile per queste incredibili risorse e il buonissimo rapporto qualità/prezzo. Questi alcuni dei motivi per cui Corfù è scelta – da oltre 30 anni – dai giovani di mezza Europa.

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

In viaggio per l’Europa con Evelyn e Francesca

Quando, durante un caffè, incontri due ragazze che leggono libri come “Si vive una volta sola” e “Città d’europa“, ti brillano gli occhi.

Se questo incontro avviene in una città come Bologna, poi, tutto si amplifica.

Si chiacchiera, ci si conosce e viene fuori una delle idee più pazze che si potessero mettere in atto.

Tra tre giorni partiremo per un viaggio che difficilmente scorderemo, in compagnia di Evelyn Amaral Garcia e Francesca D’alonzo.

Secondo voi dove ci porteranno?



Citando un detto antico:

Le persone più interessanti sono quelle che hanno sempre qualcosa da raccontare.

E queste due ragazze potrebbero incantarvi per ore con i loro racconti.

Evelyn, metà argentina e metà brasiliana con un nonno tedesco, un nonno portoghese, una nonna spagnola e una nonna calabrese. Organizza conferenze per Limes, la più importante rivista italiana di Geopolica. Parla 5 lingue, adora la social economy e ama i viaggi avventurosi. Qualche esempio? Ha percorso i Balcani in vespa e ha trascorso un mese in Lapponia a prendersi cura di ben 163 cani da slitta, in una casetta in mezzo al nulla. Adora andare in roller, leggere e cucinare. Nel tempo libero? Studia il russo. Non male, vero?

Francesca, 28 anni, friulana doc trapiantata a Bologna. Da piccola è la classica bambina dai mille perché. Ben presto la sua voglia di ballare si fa incontenibile, così studia danza classica, per poi specializzarsi in quella contemporanea e arrivare ai palcoscenici più ambiti d’Europa. Laureata in giurisprudenza, collabora con il TEDXBologna, per poi spostarsi un anno a Londra e vivere nella City.

Ha percorso il Vietnam dal sud al nord a bordo di una moto scassata, è partita da sola per un viaggio nel sud est asiatico da Bangkok all’Indonesia, passando per la Malesia e Singapore e poi in Cambogia, incontrando sempre una marea di compagni di viaggio e provando tutto ciò che non avevo mai provato prima: cucinare cambogiano, canyoning, zipline, prender parte a uno spettacolo di danza balinese, scalare un vulcano e godersi l’alba dalla cima.

Attualmente, Francesca vive a Trieste, dove sfrutta le tecniche del life coaching per portare avanti la propria mission: aiutare le donne a far sentire la propria voce, riscoprendosi grazie all’empowerment sessuale.

Le abbiamo conosciute quasi per caso e abbiamo affidato loro una importante responsabilità.

Il progetto nasce per rispondere all’esigenza di combattere contro la paura dell’altro: due giovani donne vogliono gridare a tutti noi che uniti è meglio! Soprattutto in questo momento storico, dalla Brexit alla rimonta del populismo.

<br> <br> <br>

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎

Categorie
Blog

Il Samsara invade l’Europa: si comincia con Budva!

Il Samsara, la spiaggia che per anni ha fatto sognare l’Italia intera con i suoi famosissimi aperitivi, decide di allargare i propri orizzonti e sbarca nella meravigliosa terra del Montenegro, precisamente a Budva.

Questa località vive di turismo giovanile da tantissimi anni, ma solo da pochi si è aperto al turismo italiano. Dunque, preparatevi a prender parte agli aperitivi mozzafiato del Samsara anche in terra straniera, preparatevi a vivere le altissime performance artistiche del lido più famoso d’Italia anche in Montenegro, preparatevi a vivere i Beach Party anche nei balcani, con quel pizzico di internazionalità in più che saranno il valore aggiunto non solo del Samsara, ma dell’intera destinazione. Preparatevi come meglio potete, ma sappiate che l’obiettivo principale di questa grande eccellenza italiana sarà quella di farvi trovare impreparati, a bocca aperta, per vivere insieme – e anche all’estero – un’ennesima estate infuocata!

La location che darà vita a questa meravigliosa avventura è la bellissima e spaziosa spiaggia di Becici, premiata a Parigi ben 75 anni fa come spiaggia più bella del Mediterraneo.

Il progetto è pronto, i lavori inizieranno subito con l’inaugurazione prevista per il 25 giugno, dando così il via alla stagione turistica 2016.

Il Samsara svela già il suo progetto aggiungendo la parola “deluxe” nel suo logo: la struttura sarà su due piani, molto più grande del Samsara di Gallipoli, avrà in dotazione due ristoranti, un’area vip e naturalmente un servizio spiaggia attrezzato. Insomma, non solo livello artistico di primissimo piano, ma anche servizi di standard elevato, affinché ognuno possa godersi lo spettacolo nel modo che maggiormente preferisce.

Il successo sarà garantito grazie anche alla presenza sul posto di diverse discoteche con la quale pare ci siano stati già degli accordi. Prima tra queste è il Top Hill: un locale panoramico che sorge sul promontorio di Budva, affollato da migliaia di giovani, pronti a scatenarsi sulle note dei top Dj del panorama internazionale.

Insomma, una notizia sensazionale, che rafforzerà ulteriormente il brand di una località che è in fortissima ascesa nel panorama del turismo giovanile italiano. Per chi conosce già il Samsara di Gallipoli, per chi ha goduto delle performance artistiche in terra salentina, per chi ha potuto presenziare al tour del Samsara in Europa restandone conquistato, sappia che questa estate ha un’alternativa in più: Budva! Per quegli stranieri che non sono ancora entrati in contatto con questa splendida realtà non vediamo l’ora di scorgere la meraviglia sul loro viso di fronte alle performance di questa eccellenza italiana.

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Conosci tante ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia 😎