Categorie
Blog

Divertimento a Corfù

Giovani da tutta Europa scelgono l’isola di Corfù come meta per le proprie vacanze, di solito incantati dalle spiagge e dalla tanto famosa vita notturna. Nel mese di luglio, Corfù spesso si  popola di un turismo internazionale, ma ad Agosto l’isola diventa quasi una colonia italiana. Sarà perché il divertimento in vacanza a Corfù, da molti considerata tra le più belle isole della Grecia, a noi italiani piace tanto!

Divertirsi di giorno

Di giorno, l’incontro della ricca vegetazione e del fondale con i raggi del sole produce dei colori meravigliosi! Potrete dedicarvi alla ricerca del punto mare che più vi piace, scegliendo tra calette e lidi appartati o le spiagge di Ipsos e Dassia, più frequentate e ben attrezzate con ombrelloni e lettini. Qui troverete anche giochi e sport acquatici ad alta carica adrenalinica, l’ideale per divertirsi a Corfù in compagnia di amici o anche da soli.

Merita una visita anche l’Aqualand, parco acquatico dotato di molti scivoli e attrazioni. Questa oasi d’acqua, circondata da boschi, renderà la vostra visita veramente piacevole anche nei giorni più caldi d’estate.

Da non dimenticare i giri in TaxiBoat che spesso si noleggiano per raggiungere angoli incontaminati. L’escursione più famosa tra tutte è verso Paleokastritsa, una grotta in cui scatterete la foto più bella dell’intera vacanza. Avrà centinaia di like…garantito!

Imperdibile anche un’attività organizzata da molte agenzie: il Barbecue in Spiaggia. E noi di viaggiuniversitari.it potevamo mancare all’appello? Una barca preleva gli ospiti in un punto di raduno e li porta direttamente su una spiaggia accessibile solo via mare, dove si mangia e beve in compagnia di centinaia di ragazze e ragazzi. Una gran figata insomma!

Per godere al meglio della bellezza dell’isola al tramonto, raccomandiamo una visita alla fortezza che offre una splendida vista sulla città. Quando il sole sta per lasciare il posto alle stelle, inizia l’aperitivo al Beach Bar la Grotta, a Paleokastritsa. Lasciatevi guidare da buona musica dance, sorseggiando freddi drink in una location che sembra il set di una fiaba!

Musica dal vivo e artisti di strada animano le case colorate e i portoni caratteristici del centro, l’ideale per lo shopping nel labirinto di stradine. Qui potrete sbizzarrirvi tra abiti ed oggetti folcloristici ma anche perdervi tra i molti locali, sorseggiando cocktail e drink per iniziare a vivacizzare la serata.

Divertirsi di notte

L’affascinante lungomare di Ipsos è la vera icona del divertimento notturno di Corfù. Qui troverete molti ristoranti e pub dove poter apprezzare la ricca e variegata cucina greca:. Tra  souvlaki, kalamaki e moussakà avete l’imbarazzo della scelta spendendo pochi euro. E se siete interessati al buon cibo greco, vi consigliamo di leggere la nostra mini-guida su cosa mangiare a Corfù!

Bar e locali attirano tanti giovani che intendono prepararsi al meglio alla movida notturna. Serate a tema ed un’offerta musicale molto variegata sono le chiavi del successo di discobar come l’Olea, il Mojito e il Passoa Cocktail Bar.

Paese che vai movida che trovi: pur non essendo paragonabile ad altre destinazioni estive, a Corfù non correrai sicuramente il rischio di annoiarti o di passare le serate senza sapere cosa fare. C’è da dire che il vero punto di forza dell’isola non sono le discoteche ma i discobar, che pompano musica forte e molto vicina ai gusti musicali italiani! I ticket delle discoteche si aggirano sempre intorno ad un costo di 10€, mentre i discobar sono ad ingresso gratuito.

Tra le discoteche, il centro della movida è il Montecristo, famoso per il suo schiuma party , con staff rigorosamente italiano! Molto frequentati e consigliati per serate da dedicare al divertimento sono anche il Club 54, vicino al porto, che anima le serate con musica internazionale ma chiudono sempre con quel po’ di sirtaki che non guasta mai!  Infine l’Edem, a Dassia, dove poter gustare ottimi cocktail con in sottofondo dj set di ottimo livello.

Il divertimento a Corfù mixa il sapore del mare e i colori delle spiagge di giorno con l’energia e la musica vibrante dei locali e delle discoteche di notte: lascerete di sicuro un pezzettino di cuore nella bellissima isola greca, dove vivere una vacanza rilassante e divertente.

 

Categorie
Blog

Cose da fare in vacanza a Gallipoli

Una meta per giovani perfetta è quella che coniuga l’incantevole mare e le belle spiagge con una buona dose di divertimento. E’ forse per questo che sempre più giovani italiani scelgono di trascorrere le loro vacanze d’estate a Gallipoli, regina della movida italiana!

Scegliere pochi ma buoni must in una vacanza a Gallipoli è stato davvero difficile, ma ci siamo riusciti. Ecco a voi la mini-guida sulle 5 cose da fare a Gallipoli, targata viaggiuniversitari.it!

1. Aperitivo in spiaggia

L’aperitivo in spiaggia è nato proprio qui: non sarebbe possibile arrivare in Salento e non tuffarsi letteralmente in questo “rito”! La spiaggia di Baia Verde si trasforma dalle prime ore del pomeriggio in un chilometro di sabbia, musica e drink: ti troverai letteralmente immerso tra migliaia di giovani che balleranno sulle note prodotte dai dj dei tanti Beach Club.

2. Gustarsi il mare al massimo

Lingue di sabbia che si poggiano su acque cristalline danno origine a punti mare favolosi. Rivabella, Baia di Punto Pizzo e Punta Suina sono l’ideale per il tuo relax, rinfrescandoti in uno scenario mozzafiato.
Se poi sei disposto a spingerti anche oltre Gallipoli, a Porto Cesareo, Punta Prosciutto è pronta ad accoglierti con il suo litorale di sabbia bianca e un’acqua che ricorda quella dei Caraibi.

Sarai protagonista di location viste solo in cartolina, grazie anche alla rigogliosa vegetazione e agli aspri profumi del Salento, che donano alle spiagge un aspetto tra il selvaggio e il magico.

3. Gite ed escursioni

La vitalità e la dinamicità sono il tratto distintivo di tutta la regione. Per godere della bellezza artistica e di quella paesaggistica, tra le cose da fare a Gallipoli e in Salento, ci sono gite ed escursioni per tutti i gusti. Potrai andare a cavallo sulla spiaggia o visitare le bellissime riserve naturali.

Da non perdere il centro della “bella città”, caratterizzato da viuzze piene di chiese ed edifici storici, circondato da una  cinta bastionata lunga circa un chilometro e mezzo. Un’altra esperienza consigliata è una visita al borgo antico di Otranto, con le sue casette, cortili e botteghe che ben riproducono le originarie atmosfere.

4. Scoprire i saperi e i sapori del luogo

Sapori, suoni e profumi sono i protagonisti delle sagre e delle feste folk organizzate ogni estate, come la sagra della puccia a Supersano e quella della sceblasti a Zollino. Ancora, La notte della Taranta a Melpignano. Sono occasioni per conoscere meglio la cultura del “tacco d’Italia”, imparando ad apprezzare anche l’accoglienza e la cordialità degli abitanti del posto.

5. Finalmente: la vita notturna!

Gallipoli è diventata, negli ultimi anni, una meta ricercata soprattutto per la movimentatissima night life. Ogni sera, dj internazionali del calibro di David Guetta, Bob Sinclair e Martin Garrix vivacizzano le calde notti estive in grandissime discoteche come il Riobo, la Praja e Blubay! Vibrazioni e ritmi per ogni gusto, condite da bellissime coreografie e da una proposta artistica di altissimo livello per trasformare una semplice vacanza in un viaggio indimenticabile!

Speriamo di averti fornito diversi spunti e idee su cosa fare in vacanza d’estate a Gallipoli: non ti resta che prenotare il tuo posto e prepararti ad una fantastica esperienza!

Categorie
Blog

Come divertirsi a Gallipoli

Grazie alla vivace movida e alla bellezza del “lu sule, lu mare e lu ientu”, resi vivi e vibranti da aperitivi noti in ogni dove, negli ultimi anni le vacanze per giovani a Gallipoli sono sempre più apprezzate. In molti infatti potrebbero trovare banale questa nostra guida, ma non tutti sanno come divertirsi a Gallipoli!

Se desiderate ballare ad ogni ora del giorno e della notte con migliaia di persone e con i DJ più famosi al mondo in locali strepitosi, un viaggio a Gallipoli è quello che fa per voi. Inutile negare che siamo tutti in trepidante attesa di quelle che saranno eventuali restrizioni sull’apertura discoteche a Gallipoli per l’estate 2021, la speranza è che si possa ripetere la stagione 2020: qualche accortezza ma tanto divertimento.  

Come divertirsi a Gallipoli di giorno

Come forse in ogni località estiva, il mare è il protagonista per chi cerca come divertirsi di giorno a Gallipoli, sia per il relax in spiaggia, sia per i folli e colorati aperitivi. In Salento, infatti, ci sono tra le spiagge più belle d’Italia, molte delle quali selvagge ed incontaminate. Rivabella, Baia di Punto Pizzo e Punta Prosciutto accoglieranno e soddisferanno il vostro desiderio di relax. Ore al sole cocente per la tanto agognata tintarella o alla scoperta del ricco fondale marino.

Discorso a parte merita la spiaggia di Baia Verde, la cui sabbia bianca e il basso fondale sono lo scenario degli aperitivi più famosi d’Italia. In effetti negli anni questa baia naturale ha iniziato a somigliare sempre più a discoteche a cielo aperto!

No, qui non c’è molto spazio per il relax: decine di migliaia di giovani ballano a piedi nudi sulla spiaggia con musica a palla tutto il pomeriggio, sorseggiando cocktail e incontrando tanti coetanei da tutta Italia. È in momenti come questi che il lido Zeus ed il lido Zen possono accogliere così tanti giovani che – molti – devono necessariamente ballare direttamente in mare, in attesa di quello che ci auguriamo prima o poi possa accadere con il ritorno del Samsara Beach. Diciamocela tutta: una costrizione che non suona nient’affatto come un sacrificio!

Una vacanza d’estate in Salento regala anche la scoperta di storia e di bellezze naturali.
Per questo, l’offerta del divertimento di giorno a Gallipoli è completata da un’escursione in barca e in catamarano alla ricerca di calette e insenature. Per i più avventurieri c’è anche il quad o il cavallo, in bellissime riserve e parchi dai colori africani, alla scoperta di trulli e casolari in pietra.

Tutto questo crea la giusta occasione per rendere uniche le vostre prossime vacanze in Puglia.

Come divertirsi a Gallipoli di notte

Quando la notte è ancora giovane, dopo aver ballato tutto il pomeriggio in spiaggia, potreste scegliere di iniziare la serata con un’ottima cena a base di pesce tra i vicoli del centro storico di Gallipoli. Un consiglio? Perdetevi pure nel labirinto di viuzze e stradine che si districano tra vecchie case bianchissime. È lì che, dal tramonto, sarete accolti da note musicali che animeranno raffinati ed esclusivi apericena. Proprio a quest’ora i pescatori tornano dal mare ed offrono ai turisti il loro pescato, accompagnato da un fresco bicchiere di vino bianco.

Il Salento, a differenza di altre mete estive, è famoso anche per saper coniugare il divertimento in discoteca e in spiaggia con proposte “tradizionali”. Se siete turisti curiosi, potrete partecipare a sagre, concerti folk e feste di paese che riscaldano i mesi estivi e sono molto apprezzati anche dai più giovani in vacanza! L’evento più famoso è sicuramente “La notte della Taranta”, un festival itinerante che fa riscoprire la musica tradizionale salentina.

Focus discoteche: quali scegliere?

Non ci nascondiamo dietro un dito: Gallipoli è la capitale del divertimento notturno grazie alla ricchissima offerta di discoteche.  Qui potrai vivere serate con i DJ internazionali più famosi, che riscaldano la notte e fanno ballare migliaia di giovani al ritmo di musica commerciale, elettronica, rnb e hip hop: c’è solo l’imbarazzo della scelta.

I punti di riferimento della movida a Gallipoli:

  • Riobo
    Ricavato da una masseria seicentesca, con la sua varietà musicale e il suo Martedì del Villaggio, stupisce ogni anno per la spettacolarità delle coreografie e l’atmosfera quasi circense;
  • Praja
    A pochi passi dal mare, a Baia Verde, sorprende per la bellezza della sua struttura e per il calibro internazionale dei suoi ospiti;

In tutti questi casi, si tratta di tante possibilità di divertimento a Gallipoli, possibilità accomunate da ospiti top, ottimi cocktail e serate dal successo garantito.

Non lontano da Gallipoli, lidi e discoteche danno il meglio di sé sotto il sole cocente delle estati pugliesi come al chiaro di luna. Sviluppato su terrazze sul mare e giardini, il Bahia di Otranto è l’ideale per una serata alla scoperta del versante adriatico del Salento. Più adatto per eventi glamour è invece lo scenario paradisiaco del Blubay New Paradise di Castro Marina.

Notti da sogno, rese vibranti e ricche di emozioni con la musica fino alle prime luci dell’alba, spiagge da urlo e mare da brivido hanno (a ragione) fatto di Gallipoli la capitale del divertimento per giovani, in Italia. Energia, adrenalina e sole cocente saranno gli ingredienti di ogni vacanza nell’ombelico del “tacco” d’Italia.

 

Categorie
Blog

Divertimento a Budva

Lunghe spiagge, aperitivi esclusivi, discoteche e locali con un’offerta musicale molto eterogenea: sono questi alcuni dei principali ingredienti che hanno reso le vacanze a Budva uno dei must del divertimento estivo. Per divertirsi, dalle prime luci dell’alba fino a notte fonda (e all’alba successiva) migliaia di giovani hanno l’imbarazzo della scelta. Nella località montenegrina il divertimento a Budva non manca mai!

Relax, bellissimi scenari naturali e locali di tendenza animano il soggiorno a Budva, una destinazione recente per il turismo italiano. Scopriamo insieme le tante proposte che sono offerte a coloro che la scelgono come meta per le proprie vacanze.

Divertimento a Budva di giorno

Non importa a che ora suoni la sveglia: Budva garantisce una ricca offerta per il divertimento. Tra spiagge attrezzate e mare cristallino, la tintarella e il relax dopo una notte molto movimentata in discoteca – sono assicurati.

Per coloro che desiderano trascorrere ore al mare senza rinunciare ad attività e sport acquatici, le possibilità a Budva sono davvero infinite. Puoi scegliere tra immersioni subacquee per esplorare il ricco fondale marittimo, sci d’acqua e parasailing per una botta di adrenalina ed energia, oppure un divertente giro sul “classico” bananone.

Per i pool party più fighi del Montenegro, il complesso di Ploce offre una vasta gamma di eventi. Si tratta di una struttura a strapiombo sul mare con un panorama mozzafiato e un mare incantevole che fanno da cornice ad uno scenario perfetto per vivere gli aperitivi più strong di Budva. Un pomeriggio estivo senza aperitivo, infatti, non è pensabile!

Questa vacanza potrà essere anche l’occasione per conoscere nuovi modi di vivere questo “rito”, con un’offerta e un servizio di qualità. Buona musica, bella gente ed ottimi cocktail sapranno stupire e soprattutto faranno vivere al meglio i pomeriggi montenegrini, tutti da scoprire e da vivere!

Dal primo pomeriggio fino al tramonto, la musica dance anima il Mr. Stefan Braun e il Samsara Deluxe, più esclusivo rispetto alla “casa madre” di Gallipoli. Se si è alla ricerca di qualcosa di più rilassante, l’ideale è invece il Torch. Qui è possibile sorseggiare drink ghiacciati ordinati direttamente dal bar costruito a livello dell’acqua, accompagnati da rilassante musica lounge.

Sveti Stefan, Jaz, Mogren e Petrovac sono le spiagge adatte a chi intende il relax come vero godimento: tra sabbia, ciottoli e mare cristallino, sono perfette per trascorrere ore senza pensieri.

Divertimento a Budva di sera

Come forse accade in ogni località estiva, il tramonto “trasforma” le città, che acquistano un nuovo look e un nuovo fascino. Anche Budva sa sorprendere con l’eleganza e la varietà di stili e colori che danno a tutti l’opportunità di esprimersi al meglio.

Un consiglio valido soprattutto per i turisti italiani: il divertimento ha orari diversi rispetto ad altre mete. Dopo l’aperitivo in spiaggia nel pomeriggio, la serata può iniziare subito intorno alle 20, con un’immersione nella gastronomia montenegrina. Consigliati locali come La Bocca e Jadran. L’ideale per una cena più esclusiva, invece, è il ristorante Astoria, con piatti prelibati, capaci di stupire anche i palati più raffinati.

Dal calar del sole fino all’1 di notte, i locali sul lungomare iniziano a dare il meglio di sé con un’offerta musicale molto variegata. L’Hacienda Cocktail Bar, ad esempio, offre musica dal vivo cubana e latina in un piccolo locale dotato di un giardino con amache e gazebi. Adatti invece ad ogni turista, sono il Miami e l’Ambiente che offrono musica internazionale e qualche piccola parentesi balkan per donare un tocco quasi magico alla notte.

Questi pub, baretti e discobar, con un’esplosione di buona musica vivacizzano la movida e sono l’occasione per una piacevole passeggiata tra i vicoli di Budva.  Qui non passano inosservati i caratteri medioevali e rinascimentali che hanno segnato la storia della città.

Prima di entrare nelle mura del centro antico, dove poter incontrare artisti di strada e live band, per gli amanti del gioco d’azzardo è quasi obbligata una tappa all’elegante Casinò. Siamo nell’Avala Hotel, in un luogo magico pronto ad accogliere i turisti ad ogni ora del giorno e della notte, in spazi moderni e raffinati, permettendo di giocare anche con puntate minime.

Divertimento a Budva di notte

A questo punto, scaldati i motori, è ora di dar inizio alle lunghe notti in discoteca. Tra le più famose e frequentate c’è sicuramente il Top Hill. Parliamo della più grande discoteca di Budva all’aperto, che affaccia su uno dei panorami più belli del Montenegro, accesa dal ritmo della musica elettronica e commerciale.

Da vedere anche il Trocadero, il primo locale inaugurato a Budva, dove da anni si balla al ritmo di musica folk. Lo Sparta e il Paris, invece, sono animati tutta la notte dalla musica house, R’n’B, e dalle hit del momento.

Una vacanza a Budva può essere anche l’occasione per godere delle bellezze del Montenegro. A pochi chilometri è possibile visitare l’elegante Porto Montenegro, dove poter trascorrere la serata o vivere l’aperitivo al Platinum sulla terrazza affacciata sul mare. Come non menzionare anche la medievale Kotor, città in pietra bianca costruita sull’unico fiordo naturale del Mediterraneo: è qui che la discoteca Maximus anima la notte tra reperti di epoca romana e musica internazionale.

Ogni anno migliaia di giovani europei e montenegrini sono attratti dalla varietà dei locali e dell’offerta musicale di Budva. Tutti, ma proprio tutti, possono trovare ciò che cercano, ma anche scoprire nuovi stili e ritmi musicali, per donare un tocco di novità alle proprie vacanze.

Di giorno come di notte, sulle spiagge come nei locali, il divertimento a Budva sa mostrare le sue varie caratteristiche e i suoi mille volti, che strizzano l’occhio a tutti coloro che desiderano una vacanza ricca di emozioni di vario genere.

Viaggiare, per credere.

 

 

 

 

Categorie
Blog

I 7 falsi miti su Budva

I 7 falsi miti su Budva

Perla del Montenegro, la città di Budva da oltre 30 anni è meta del turismo giovanile: ogni anno migliaia di giovani europei arrivano qui, attratti dalle bellissime spiagge e dalla vivace vita notturna.

Nonostante i tour operator italiani offrano pacchetti viaggio solo da pochi anni, Budva si è imposta da subito tra le top destination delle ultime estati.

Purtroppo, prima che i tour operator potessero offrire pacchetti viaggio organizzati e studiati sulle caratteristiche della destinazione, alcuni italiani sono stati, per così dire, precursori naif, trascorrendo autonomamente le proprie vacanze a Budva organizzate con una precisa logica ad cazzum.

Fin qui, tutto ok, ci sta anche di fare dei viaggi un po’ così, chi dice niente?

Il problema è che poi questi “avventurieri” hanno pensato bene di condividere la propria (sciagurata) esperienza con recensioni online che veramente minano l’immagine di Budva e fanno raggelare il sangue a chi, come noi, la conosce bene perché ha saputo apprezzarne l’esclusività e l’eleganza.

Per questo abbiamo voluto sfatare alcuni miti, così che anche voi possiate avere il privilegio di fare una vacanza a Budva d’estate e vivere un’esperienza unica.

Ecco 7 falsi miti su Budva:

1. “Nei locali si ascolta solo musica balcanica”

Sì, e “i danzatori bulgari a piedi nudi sui braceri ardenti”, dove li metti?

In realtà la vita notturna a Budva è davvero molto varia e offre una grande possibilità di scelta. Tutti sanno che solo il Trocadero  propone quasi sempre musica balcanica. Il Top Hill, Lo Sparta e il Platinum hanno invece quasi sempre una vocazione molto più internazionale.

Se scegliete di andare lì, e se la scelta è stata consapevole e non casuale, dovete pensare sia normale sentire musica balcanica.

Come sempre, l’importante è conoscere la destinazione, così si può fare una scelta consapevole (e non lasciare in Rete, dopo, recensioni infamanti ma soprattutto false!)

2. “La vita notturna finisce all’una di notte”

… e la stupidità umana, invece non finisce mai …

A chiudere all’1 di notte sono solo ed esclusivamente localini vari e i discobar: se quindi pensate di passare lì tutta la notte, è normale che rimarrete delusi.

I locali e i discobar sono invece l’ideale per iniziare a scaldare la notte già dalle 22! Le diverse discoteche di Budva sono pronte ad accogliervi e a farvi ballare fino alle prime luci dell’alba!

E’ opportuno però sapere che Budva non è una destinazione dove puoi scegliere una discoteca diversa ogni sera. Se la tua vacanza è #ibizamood ed hai scelto Budva solo attirato dal prezzo e dalla novità della destinazione, con ogni  probabilità sei nel posto sbagliato: ecco che scatta la recensione negativa!

3. “Gli italiani non sono ben accetti”

Ok, Benigni direbbe magari che i ragni e i Visigoti non possono entrare … ☺

Si tratta di uno dei falsi miti più duri a morire. È normale che anche quando si tratti di una vacanza, la civiltà, le regole e l’educazione restino dei requisiti assai apprezzati. Sbaglia chi pensa di entrare in un locale ed imporre i propri gusti musicali al dj che quella serata ha una scaletta concordata… è naturale che nessuno lo asseconderà, sia egli italiano, canadese o cipriota. E’ pur vero che quando ci si presenta fuori ad un locale in gruppi di 10 – 12 maschietti, magari anche un po’ alticci, con ogni probabilità all’ingresso non ci sarà il tappeto rosso… a Budva come in Italia. Gli ospiti che abbiamo portato con viaggiuniversitari.it non hanno mai avuto problemi: comitive miste, sempre ben accette in tutti i locali.

Ad ogni modo, normalmente gli abitanti di Budva sono gentili e accoglienti, sempre disposti ad aiutarvi e a consigliarvi i migliori servizi turistici per una vacanza senza pensieri. Forse solo i tassisti sono un po’ monelli.

4. “Il clima non è bello”

Beh, questo è un classico, no? Quale destinazione, secondo le recensioni dei delusi e frustrati, ha un bel meteo? Se capita quell’anno ogni mai che un povero cristo si è preso 3 giorni di pioggia e ha lasciato una recensione negativa per sfogare la propria rabbia, non vuol dire che il meteo di Budva non sia invece molto gradevole.

Budva infatti rimane l’ideale per una vacanza a base di mare, spiagge, relax e divertimento all’aperto con un’estate molto calda ed una leggera brezza che rinfresca le serate.

5. “A Budva nessuno parla inglese”

Invece noi Itagliani, mamma mia, scansate proprio!

Ma ci rendiamo conto?! Praticamene si parla l’inglese meglio di noi a qualsiasi latitudine della terra.

Tra l’altro a Budva dall’albergatore di lusso fino all’ultimo venditore ambulante, tutti, ma proprio tutti, parlano fluentemente inglese. È una città prettamente turistica, ben organizzata e pronta ogni anno ad accogliere migliaia di giovani da tutta Europa, ed un limite linguistico così forte sarebbe impensabile!

6. “Le donne montenegrine sono antipatiche”

Anche quelle italiane, quando ti danno buca☺

Maschi italici…preparatevi! Le donne montenegrine e in generale le donne balcaniche sono una vera attrazione a Budva, ma occhio a come si flirta.
Guarda la scena in anteprima: comitive di ragazze dalla pelle chiara, occhi verdi e capelli scuri che ballano con movimenti sinuosi e sensuali…e poi arriva il fenomeno maglietta attillata, ascella pezzata, movimenti che ci accomunano più ad un orango che ad un essere umano pensando di conquistare la più carina del gruppetto in maniera così molesta.

Come direbbe uno dei più virali meme di Facebook: “severo ma giusto” se poi veniamo respinti con forza.

Se invece ci saprete fare, avrete modo di sperimentare l’innegabile bellezza, accompagnata anche da simpatia e gentilezza, dunque dovete solo affilare un po’ le vostre armi seduttive ☺

7. “A Budva non esistono aperitivi”

No, e loro, si sa, si sono tutti estinti di sete.

Location che vai, aperitivo che trovi. Normale che se vi aspettate aperitivi sotto il sole cocente con migliaia di giovani che ballano in 20 metri di spiaggia, vero, Budva non fa per voi.

Ma se siete pronti a scoprire anche nuovi modi di vivere l’aperitivo, il Ploce, il Mr. Stefan Braun e il Torch sapranno stupirvi con l’alta qualità dell’offerta e del servizio.
Il nostro consiglio dunque è quello di valutare le cose con spirito critico, sapendo bene che la Rete è affollata da numerosi cricetini che fanno con quel (poco) cervello che hanno.

Una recensione non fa primavera, e questi falsi miti in realtà sono 7 punti di forza di Budva, che la rendono ancora più bella e affascinante.

Sceglietela anche voi come vostra prossima meta delle vacanze estive al mare del Montenegro e resterete stupiti perché Budva ha tutto quello che cerca un giovane nel suo viaggio: non solo mare favoloso, panorami spettacolari e ottimo cibo, ma soprattutto serate esclusive e location glamour, i requisiti fondamentali per far crepare di invidia i vostri amici, a colpi di selfie 🙂
Ah, se ne volete un’anteprima, gustatevi le nostre Stories Instagram visitando il nostro profilo ufficiale!

Categorie
Blog

I 5 festival musicali di Pag da non perdere (altrimenti non ti diverti)

Sole, mare, divertimento. E la musica? Non preoccuparti: il grande sound è il protagonista immancabile dei festival musicali di Pag !
I club migliori sul mare della Croazia, la spiaggia dorata di Zrce, le notti che non finiscono mai: ecco cosa significa scegliere l’Isola di Pag per le tue vacanze con gli amici!

Nota bene: siamo in attesa di conoscere gli esatti protocolli che ci aspettano per le nostre vacanze in Croazia nel migliore dei modi. Alcune indiscrezioni ci dicono che – nonostante qualche giusta limitazioni – ballare, cantare, urlare a squarciagola non sarà un taboo. Tuttavia è del tutto legittimo immaginare che i grandi Festival decidano di ripartire dal 2022. Quest’articolo vuole raccontarti quali sono stati quelli più in voga negli ultimi anni.

1. Zrce Spring Break Europe

È il grande evento di apertura dell’estate di Pag e Novalja. Arrivato all’edizione numero 8, lo Zrce Spring Break ogni anno si ripetete con 4 giorni e 4 notti di festa dura e pura: dj set, after beach e boat party, Djs internazionali, animazione da urlo e divertimento garantito. Ospiti e giovani da tutto il mondo, per uno degli appuntamenti più cool dell’estate di Pag. Le location scelte sono tutte sulla spiaggia di Zrce, nei mitici Kalypso Club e Aquarius Club, due dei locali più celebri dell’estate in Croazia.

2. Hideout

Cinque giorni e cinque notti pazzeschi scanditi dalla musica elettronica, pubblico per la maggior parte britannico proveniente dalle terre di sua maestà la Regina. Tutto esaurito dal 2011, Hideout prevede pre e after party, feste sfrenate in piscina, di giorno e di notte, boat party e tante sorprese. Al secondo posto tra i festival musicali di Pag da non perdere c’è lui, l’Hideout!

3. Fresh Island

Qualche nome? French Montana, DJ Jazzy Jeff, Tim Westwood, Krept & Konan, Wizkid, DaBaby e D-Block Europe. Solo i migliori artisti di musica hip hop, rap e RnB per 6 giorni da togliere il fiato. Le location? Il meglio del meglio: Aquarius, Papaya e Kalypso. Come contorno, boat party, feste in piscina, escursioni, sport estremi e sull’acqua.

4. Barrakud

I suoi numeri dicono tutto: 15 ore di musica al giorno per 4 giorni in 5 location sulla spiaggia di Zrce. La musica? Solo grande sound, al ritmo di techno, tech-house, deep-house, house e underground. Il tutto organizzato dal celebre Papaya club di Zrce Beach. Il Ferragosto in Croazia è da vivere qui!

5. Sonus

Giunto alla settima edizione: il Sonus è probabilmente il più amato dagli italiani tra i festival musicali di Pag. Aquarius, Kalypso e Papaya insieme per 5 giorni e 5 notti di musica elettronica, techno, tech house, house, deep house e underground. Le più grandi star dell’electronic music si alterneranno alle consolle per dar vita a una delle feste più pazze dell’estate di Pag.

Leggi anche: Vita notturna: divertirsi a Pag.

Categorie
Blog

Poca sabbia, ma tanta scelta: come orientarsi tra le spiagge di Pag

Non sono molti i chilometri che separano la costa romagnola dell’Adriatico da quella croata, eppure, a giudicare dalla varietà delle spiagge di Pag, sembrerebbero appartenere quasi a diversi continenti.

Chi si è un po’ stancato della monotona, per quanto rassicurante, orografia delle sabbie riminesi, potrebbe provare l’esperienza di una vacanza a Pag, il modo più sicuro per riservarsi una sterminata possibilità di scelta tra spiagge di tutti i tipi.

Si conta, infatti, che le spiagge dell’Isola di Pag in Croazia superino i 270 km, un ricco campionario di luoghi dove fare il bagno durante la prossima vacanza sulle coste adriatiche.

Ce ne sono per tutti i gusti: da quelle più tranquille, ideali anche alle famiglie, a quelle più amate dai giovani, dove il divertimento non va mai a dormire.

Zrce, reginetta di bellezza e divertimento

Siamo seri: una delle prime motivazioni per cui si scelgono le spiagge di Pag è il divertimento. Da questo punto di vista, la spiaggia di Zrce è decisamente la più popolare dell’isola in assoluto, grazie ai locali notturni che richiamano tantissimi ragazzi e ragazze.

La spiaggia si trova nella parte nord dell’isola, a circa 4 km da Novalja e vi si può giungere comodamente anche in autobus, dal momento che è ben collegata e ve ne arriva uno ogni mezz’ora. Discoteche, musica e consumazioni offerte la fanno da padrone: chi ama la placida vita da spiaggia non si illuda, questa non è di certo una spiaggia per vecchi.

La spiaggia di Pag Prosika: tranquillità mode on

Nonostante sia di ciotoli e ghiaia fine, quella di Prosika è una delle spiagge che più ricorda i vicini cugini romagnoli. I fondali infatti digradano dolcemente e solo dopo aver percorso circa 80 metri si raggiunge la profondità di 1 metro. Per questo, oltre che per i numerosi servizi che le hanno permesso di ottenere il riconoscimento della Bandiera Blu, la spiaggia di Prosika è una delle più amate dalle famiglie.

Se siete giovani in cerca di divertimento, come ci auguriamo, non andate qui a meno che la frenesia di Zrce non vi abbia reso abili alla pensione.

Straško: naturisti all’arrembaggio

A sud ovest di Novalja si trova la spiaggia chilometrica di sabbia e ghiaia di Strasko, vicino alla quale si trova una delle più estese aree camping dell’isola (e tra le più grandi d’Europa), che presenta anche una zona dedicata al naturismo!

Pericolo-tette a parte, anche la qualità del mare è di assoluto rilievo, considerando che dal 2004 è insignita della Bandiera Blu. Ad arricchire di fascino il luogo ci ha pensato #madrenatura con dei boschi di pino e leccio che – a pochi passi dal mare – garantiscono un riparo fresco e naturale dalla tintarella.

Rucica (Metajna): una spiaggia sulla luna

Con ogni probabilità è la spiaggia più bella dell’isola! Arrivarci non è semplicissimo e consigliamo indubbiamente l’auto alla barca se non si è particolarmente esperti, viste le forti raffiche di vento che spesso provengono da terra. Una volta giunti al parcheggio ci sarà da camminare in direzione della spiaggia su di un percorso sterrato e non molto agevole. La passeggiata consentirà di calarsi nella bellezza di un panorama che – per la sua particolarità – difficilmente avrete visto in precedenza con la roccia bianca che circonda la spiaggia come in un caldo abbraccio. Non dimenticate delle scarpette perché durante la giornata una miniescursione sul “Kanjon” (canyon) è d’obbligo: salendo per la collinetta il panorama inizia a mozzare il fiato per la sua bellezza: sembra di essere sulla luna con l’unica differenze che ci si può tuffare in un mare cristallino.

La Bosana, per quando diventate orsi

Anche durante la vacanza devasto può venir la voglia di rintanarsi per i fatti propri e di cercare un po’ di verde e natura nel quale rifugiarsi. In quel caso la spiaggia della Bosana viene in nostro soccorso.

Collocata nella parte orientale dell’isola, sopra la città di Pag e raggiungibile in circa 15 minuti d’auto, è la spiaggia più verde dell’isola ma non presenta ristoranti né particolari servizi. Si mangia a Pag e poi ci si reca alla Bosana se si vuole passare un pomeriggio di assoluta quiete, circondati dal verdeggiare di una natura incontaminata.

Tra la miriade di altre spiagge apprezzatissime, ricordiamo almeno Branicevica, Lokunje, Planjka, Babe, Cista, Simuni, Mandre, Rubica, Caska, Trincel ma sono davvero moltissime le spiagge dell’Isola di Pag, in Croazia.

La cosa migliore senza dubbio è prenotare subito la prossima vacanza a Pag e andare alla ricerca di quella che vi piace di più. Scoprirete una natura incontaminata, mare cristallino e molte, moltissime occasioni di divertimento per giovani!

Categorie
Blog

Punti mare a Budva

Le spiagge di Budva

La riviera di Budva è un tratto di costa bellissima che si estende per ben 38 km e che gode di 35 spiagge sabbiose, baie, insenature e calette nascoste. Spesso le troviamo in perfetta alternanza, tra spiagge pubbliche e private anche sullo stesso tratto di costa: le prime non sono mai troppo affollate, le seconde offrono servizi di alta qualità a prezzi modici. Per intenderci, il classico twin set di ombrellone e 2 sdraio/lettini costa solitamente intorno ai 10 € in totale.

La spiaggia più importante: Becici

Becici è la spiaggia più importante di Budva: lunga 2 km, è stata riconosciuta tra le più belle di Europa da qualche anno a questa parte. Qui è possibile trovare ogni comfort con strutture balneari molto ben attrezzate. Non a caso questa spiaggia è stata scelta dall’organizzazione del Samsara di Gallipoli in versione Deluxe come location per il suo nuovo lido: nulla a che vedere con i beach party gallipolini o di Riccione, il nuovo format trova il suo punto di forza nel servizio – spiaggia. Un ottimo ristorante con cucina italiana rende sempre molto piacevoli le giornate degli ospiti. La spiaggia è raggiungibile in pochi minuti di Shuttle Bus – proposto nell’offerta viaggiuniversitari.it – o taxi, che costa ugualmente pochi euro.

Ploce Beach

Mai sentito parlare del Ploce? Forse no, ma di sicuro i vostri amici che hanno già visitato Budva vi avranno riempito la Home con questo Twag! E’ una suggestiva struttura scavata nella roccia a picco sul mare, sviluppata su più livelli. Ogni pomeriggio l’After Beach party in zona piscina infiamma la già calda atmosfera:  decine di ombrelloni piantanti al suo interno permettono di sorseggiare drink mentre tutti intorno ballano ricoperti di schiuma. Il tragitto è breve, ma il bus è necessario per raggiungere la spiaggia.

Trincica Zalaz

Impronunciabile, vero? Ecco perché tra noi e con i nostri ospiti, la chiamiamo Spiaggia Selvaggia: più comodo e fortemente indicativo! Si tratta di un minuscolo lembo di terra, raggiungibile solo via mare, in taxi boat. Una costa frastagliata tutta da ammirare durante il giro in barca si schiude su una spiaggetta isolata e con pochi ombrelloni e sdraio, ai piedi di un gazebo in legno dove poter gustare il pescato del giorno, cucinato per i nostri ospiti dalla gente del posto. Una giornata da ricordare, surreale per quanto bella!

La spettacolare Sveti Stefan

Verso Sud si trova la spiaggia di Santo Stefano, conosciuta dai montenegrini come Sveti Stefan: un suggestivo isolotto collegato alla terraferma da una lingua di sabbia dorata. In passato era un paese di pescatori, poi – durante gli anni di Tito – tutti gli abitanti furono costretti a trasferirsi sulla terraferma, in quanto il dittatore slavo decise di trasformare l’isolotto in un hotel di lusso. Dunque, ormai da tanti anni, è possibile passeggiare per le sue caratteristiche vie solo se si soggiorna in una delle sue abitazioni. La maggior parte dei turisti, quindi, può solo fotografare da lontano, pur se si può trascorrere la giornata sulla spiaggia a sud dell’isolotto dalla quale si riesce a godere da vicino del panorama. Invece per gli ospiti dell’Hotel è dedicata la spiaggia a Nord, conosciuta anche come la spiaggia del Re. Se invece si decide di fare una piccola escursione tra una vegetazione rigogliosa e scogli rossastri si può raggiungere la bella Spiaggia della Regina. Infatti, c’è da dire anche che negli anni ’30, in un’area costiera di fronte all’isolotto, venne costruita Villa Miločer, utilizzata poi come residenza estiva dalla regina di Jugoslavia, Marija Karadordevic. Per questo motivo, poi, queste due spiagge hanno preso il nome del Re e della Regina.

Jaz e la Grotta Blu

Sulla costa ad Ovest di Budva si trova la spiaggia di Jaz: è una delle spiagge più lunghe del litorale ed è fatta di sabbia e ciottoli, da Nord è raggiungibile solo via mare, ma da qui si può ammirare la famosa Grotta Blu (Plava spilja). Ad ogni modo, su questa grande spiaggia è possibile davvero fare tante cose: vengono organizzati tour guidati in barca, escursioni in canoa o kayak o – se si vuole superare ogni limite – ci si può arrampicare su uno scoglio alto 7 metri e tuffarsi direttamente dall’apice. Infine, si sappia che è una spiaggia spesso attiva anche di notte con eventi di vario genere, manifestazioni culturali e festival musicali.

Le spiagge più tranquille

Per chi invece desidera spiagge meno movimentate c’è Petrovac. Se poi si vuol scegliere zone davvero poco frequentate, basterebbe allontanarsi un paio di km da qui: c’è la lunga spiaggia di Buljarica fatta in parte di sabbia e in parte di ghiaia o anche gli isolotti di Katric e St. Sundav che sono davvero due paradisi naturali: il secondo è molto gettonato dagli amanti delle immersioni.

L’isola di San Nicola

È una delle attrazioni principali del Montenegro e si trova a poca distanza dalla costa di Budva: si tratta di una riserva naturale, piena di cale, spiaggette ed insenature soprattutto nella parte meridionale. L’ideale per chi desidera trascorrere una giornata in assoluto relax.

I tramonti di Plavi Horizonti

Plavi Horizonti si trova a nord del Paese, nella penisola di Lustica ed è un punto mare fantastico trovandosi nella macchia mediterranea. Ha una meravigliosa forma a mezzaluna, è completamente circondata dalla vegetazione ed è un punto ideale per ammirare i tramonti.

I 13 km diUlcinj

La Spiaggia grande di Ulcinj è la spiaggia di sabbia fine più grande del Montenegro, lunga ben 13 km. La sabbia è scura e per questo il fondale appare poco limpido, ma la poca trasparenza non è certo sinonimo di inquinamento: le acque risultano essere tra le più pulite di tutta la costa montenegrina. Su questa spiaggia si riescono a trovare diverse strutture balneari a buon prezzo: servizio spiaggia, bar e ristoranti sono tra i più economici del Montenegro, con pochi euro si può vivere davvero una bella giornata. Tra l’altro, per alcuni tratti di questa lunghissima spiaggia, si possono praticare windsurf e kitesurf. Per altri tratti, invece, è preferita dai nudisti.

Slovenska è la spiaggia più centrale

Slovenska è la spiaggia principale di Budva, molto affollata nei mesi estivi e dotata di ogni servizio per soddisfare le esigenze di tutti sino a notte inoltrata. La spiaggia è di sabbia e ciottoli: sicuramente non si tratta del punto mare più bello, ma considerando la sua centralità rispetto alle principali attrazioni di Budva, non ci su può proprio lamentare. Tra l’altro, lungo la riva, c’è un curato percorso pedonale che porta sino alla Città Vecchia.

Mogren

Mogren si trova alle spalle del monte Spas ed è caratterizzata da due piccole spiagge sabbiose che sono collegate tra di loro da una galleria. Si sviluppa tra una rigorosa vegetazione mediterranea che espande il suo odore fino alle acque cristalline. Questa spiaggia si può raggiungere anche a piedi attraverso un sentiero asfaltato che parte dalla Città Vecchia.

Drobni Pijesak

La spiaggia di Drobni Pijesak ha un nome molto curioso: letteralmente significa sabbia in polvere, ma in realtà è composta da ciottoli bianchi come la neve che da lontano creano un effetto ottico curioso, facendo pensare che sia sabbia. La spiaggia è una mezzaluna circondata da vegetazione e con nessuna costruzione ad intaccare la sua naturale bellezza.

Kraljicina da i sassolini rossastri

La Spiaggia Kraljicina, presso Canj, è molto caratteristica: i sassolini rossastri e il colore del mare verde smeraldo la rendono unica. La spiaggia si divide in due parti: una parte è attrezzata con ombrelloni e sdraio (e un essenziale servizio di bar-ristorante) e l’altra parte è libera.

Categorie
Blog

Le spiagge del Salento: semplicemente fantastiche

Uno strepitoso mix di vita notturna, serate, eventi, bellezze naturali, lingue di sabbia da paura e paesaggi selvaggi: le spiagge del Salento sono semplicemente fantastiche. Le acque cristalline fanno invidia alle migliori mete balneari internazionali, la vegetazione e i profumi, tipici della macchia mediterranea, rendono questa terra selvaggia ed evocativa.

Il Salento gode di ben due versanti, quello del Mar Ionio e quello Adriatico e con i suoi 300 km di costa si perde il conto delle spiagge, delle calette e dei punti mare che vale assolutamente la pena conquistare.

“Lu Viento” gioca un ruolo decisivo sulla scelta del lato di costa e gli abitanti lo sanno bene. Infatti, quando è da Sud che soffia il vento (Scirocco) si predilige la costa Adriatica; con il vento di Ponente, invece, si preferisce la costa a sud, verso Santa Maria di Leuca; infine, la Tramontana, il vento preferito dai salentini perché rende il mare del lato Ionico di una meravigliosa trasparenza, tanto da poter esser paragonato a quello dei Caraibi.

La costa sul versante Ionico è caratterizzata da dune di sabbia bianca, interrotte qua e là da basse scogliere. Molti sono i punti mare da citare. Partendo dalla costa a Nord-Ovest di Gallipoli con la spiaggia di Rivabella, Punta Prosciutto, Baia Verde scendendo a Sud fino a Santa Maria di Leuca, punto di congiunzione tra lo Ionio e l’Adriatico, per poi ancora risalire, per il versante adriatico, passando per Ponte Ciolo, Porto Badisco, Torre dell’Orso sin su verso Otranto.

Scopriamo assieme le meravigliose spiagge del Salento.

Rivabella

Le spiagge di Rivabella si estendono per 1,5 km sulle quali si alternano spiagge attrezzate e tratti di spiaggia libera. La costa, per lo più bassa e sabbiosa, si fonde con tratti di roccia e scogli. Questi ultimi sono arrotondati permettendo così di raggiungere facilmente il mare. Alcuni tratti rocciosi sono caratterizzati dalla presenza di sorgenti naturali di acqua dolce che sfociano direttamente nel mare creando un piacevole mix di temperature. Nei pressi della spiaggia sono stati ritrovati i reperti di una villa romana e sepolture neolitiche a testimonianza del fatto che già in antichità questo punto mare era apprezzato e frequentato.

Baia Verde

La località è posizionata in prossimità del Parco Naturale Regionale Isola di Sant’Andrea e il litorale di Punta Pizzo, sicuramente una delle località più conosciute del Salento. Negli ultimi anni ha conosciuto un vero e proprio boom grazie alla popolarità raggiunta dai Beach Party organizzati sulle sue spiagge, cui prendono parte decine di migliaia di ragazzi ogni estate. La spiaggia di Baia Verde è caratterizzata da una sabbia bianca finissima, dal fondale basso e dalle acque limpide che con il riflesso del sole assumono una tonalità di verde smeraldo davvero unica!

Baia di Punta Pizzo

Come per Baia Verde, anche la Baia di Punta Pizzo si trova all’interno del Parco Naturale Isola di Sant’Andrea. Principalmente una baia frastagliata caratterizzata da tratti di roccia bassa di tufo alternate a piccole calette sabbiose. Il mare è strepitoso, azzurro cristallino, soprattutto nella zona rocciosa. La spiaggia contornata da una fitta pineta con numerose piante profumate conserva ancora il suo aspetto incontaminato e selvaggio.

Punta Prosciutto

La spiaggia di Punta Prosciutto in località di Porto Cesareo è nota anche con il nome di Palude del Conte. Si tratta di un’area marina protetta, dai tratti selvaggi e – spesso – incontaminati. La sabbia è bianca e soffice, l’acqua cristallina e dal fondale basso, insomma è un vero e proprio paradiso naturale adatto al relax e a lunghe nuotate rigeneranti dal caldo salentino. 

Spiaggia di Pescoluse

La bellissima spiaggia di Pescoluse si trova a pochi km da Santa Maria di Leuca nella parte a sud-ovest del tacco. Non è una spiaggia come tutte le altre, non per nulla in zona c’è un lido balneare che si chiama Maldive del Salento. La sabbia è bianca e sottile, fondali bassi, un mare cristallino dietro la quale si perde il tramonto. Circondata da un paesaggio incontaminato fatto di dune e canne, la spiaggia è frequentata sia dalle famiglie che dai ragazzi.

Ponte Ciolo

Per gli amanti dei tuffi, da non perdere è sicuramente Ponte Ciolo, a pochi km da Santa Maria di Leuca. Si tratta di un ponte panoramico alto ben 40 metri, dalla quale numerosi ragazzi si cimentano in tuffi acrobatici, donando uno spettacolo a fiato sospeso a coloro che non hanno il coraggio di imitarli. Il fondale è roccioso, ideale per le escursioni subacquee; numerose sono le rientranze e le grotte.

Porto Badisco

La leggenda narra che qui vi approdò Enea con la famiglia: fuggivano da Troia, in seguito alla illustre battaglia. Infatti, qui troviamo anche la Grotta dei Cervi, risalente a più di 4000 anni fa e ci lascia la testimonianza e le tracce dei primi abitanti della zona.

Torre Sant’Andrea

I suggestivi faraglioni sono la principale attrazione di Torre Sant’Andrea, insieme alla Grotta degli Innamorati. La zona è principalmente costituita da scogli, ideale per coloro che amano tuffarsi. Si può accedere al mare scendendo di una decina di metri fino ad arrivare ad una piattaforma di roccia. L’acqua è inizialmente bassa, la sua profondità aumenta all’aumentare della distanza.

Baia dei Turchi

Chiamata così, luogo scelto dai Turchi nel lontano ‘400 per sbarcare e assediare la città di Otranto raggirando le imponenti mura. Fa parte della Riserva naturale dei Laghi Alimini. Attraversata la pineta con una piacevole passeggiata si giunge alla Baia. Le acque saranno calme (una sorta piscina naturale) se a soffiare è lo Scirocco; mentre saranno in tempesta se a soffiare è la Tramontana. In entrambi i casi la visione è paradisiaca.

Torre Dell’Orso

Tra le spiagge più apprezzate dell’intero Salento, gode del riconoscimento di Bandiera Blu europea e di un flusso turistico consistente. La scogliera è ricca di grotte al cui interno sono stati ritrovati dei graffiti in greco e latino. Uno degli scorci più suggestivi è lo Scoglio delle due sorelle: si tratta di due faraglioni vicini tra loro, uno spettacolo naturale davvero incantevole. La leggenda narra che – in quel punto esatto – due sorelle trovarono la morte e gli Dei mossi da compassione le trasformarono nei due faraglioni che dominano Torre dell’Orso.

Categorie
Blog

Focus su Corfù | Le spiagge più belle

L’isola di Corfù rappresenta un vero paradiso per chi ama il mare, gli sport acquatici, lo snorkeling e le spiagge di ogni genere: dalle più grandi ed estese alle più nascoste e selvagge.

La posizione degli alloggi scelti per voi da viaggiuniversitari.it vi permetterà di scoprire i punti mare più belli dell’isola, specialmente quelli della zona nord-est. La piccola guida che segue vi aiuterà a pianificare al meglio il vostro programma alla ricerca delle spiagge più belle del “paradiso verde” dello Ionio.

Ipsos
E’ la spiaggia più vicina agli alloggi. Di grandi dimensioni ed interamente di sabbia, si sviluppa in lunghezza seguendo il delizioso lungomare, all’estremità del quale sorge un porticciolo. L’acqua è sempre limpida e poco profonda.

Dasia
Spiaggia stretta e lunga, composta di sassolini e sabbia, corre lungo tutto il paese. Il mare è sempre calmo, quasi piatto, e poco al largo è stata costruita una piattaforma da cui tuffarsi o da cui si parte per praticare sport acquatici.

Barbati
Per raggiungere questa spiaggia di sabbia e sassolini (premiata con la bandiera blu per la pulizia delle sue acque) bisogna seguire la via che parte dalla strada costiera e scende verso il mare. Nei pressi della spiaggia sorgono bar, ristoranti e c’è una comoda area verde dove rilassarsi all’ombra degli ulivi.

Nisaki
Spiaggia di ciottoli bianchi e rocce, si caratterizza per la straordinaria limpidezza delle sue acque, qualità che ne fa una delle più apprezzate da chi pratica snorkeling. A destra e a sinistra della spiaggia si trovano piccole baie raggiungibili esclusivamente via mare: davvero imperdibili per chi ama la natura selvaggia.

Kaminaki
Una delle spiagge meno conosciute dell’isola, è composta da sassolini bianchi e si caratterizza per le piccole dimensioni e la grande profondità del fondale. E’ l’ideale per chi vuole esplorare la costa e le baie vicine, magari affittando una piccola barca direttamente sulla spiaggetta.