Categorie
Blog

Street food, che passione!

I migliori posti dove assaggiare prodotti tipici in 8 destinazioni on the road

Il fascino della nuova avventura, l’emozione di nuovi posti tutti da scoprire, l’attrazione per l’ignoto… Tutto bellissimo, ma quando si mangia?! Se è pur vero che in viaggio la fame gioca brutti scherzi, guai a confondere lo street food con il fast food. Per goderti un’esperienza di viaggio on the road indimenticabile anche dal punto di vista gastronomico, non ti resta che scoprire alcuni dei luoghi in cui assaggiare i sapori locali delle 8 destinazioni in Minivan di viaggiuniversitari.it.

Marocco

Un tuffo tra i sapori e gli odori inebrianti del Marocco, nella colorata Marrakech. La famosa Piazza Jamaa el Fna, conosciuta anche come la “corte dei miracoli”, è il regno dello street food marocchino. La piazza patrimonio dell’UNESCO è un vero e proprio ristorante a cielo aperto con i suoi numerosi chioschi affollati dove poter trovare davvero di tutto: premute d’arancia, frutta secca, carne alla griglia, frittura di pesce, zuppe… il tutto condito con non poche spezie, come la cucina marocchina comanda!

Andalusia

Il fascino andaluso ti rapirà soprattutto a tavola! A Malaga, è d’obbligo una sosta al mercato centrale dell’Atarazanas. Col suo spettacolare edificio moresco, è il luogo ideale dove gustare le migliori tapas della città: calamari fritti, acciughe sott’aceto, tortilla de patatas, chorizo de bellota, polpette con salsa di pomodoro, patatas bravas, croquetas caseras… Degno di nota è anche il mercato centrale di Siviglia nel quartiere di Triana, dove potrai, inoltre, avere la possibilità di cucinare la paella e gustarla accompagnata da un ottimo calice di Sangria. Più local di così…

Portogallo

In giro per il Portogallo le occasioni per gustare le pietanze tipiche sono tantissime. A Porto, nel suo Mercado Bom Sucesso, potrai trovare una grande varietà di cibi portoghesi per tutte le esigenze. Imperdibile a Lisbona è il Time Out Market per una pausa gastronomica vivace e dai sapori tradizionali e non solo. Ma se si parla di tradizione, allora a Coimbra non potrai assolutamente declinare l’invito di Carmine per un aperitivo culturale tra le stradine della splendida cittadina portoghese.

Scozia

Conosciuta anche come la patria del Whisky, la Scozia è il luogo ideale dove lasciarsi tentare in tour tra le distillerie più famose per degustazioni di birre e liquori tra i più pregiati al mondo. Ma la vera esperienza da non perdere è un pranzo o una cena in una fattoria di Inverness. Se è pur vero che non si tratta di vero e proprio street food, è qui che potrai avere l’occasione unica di gustare prelibatezze da leccarsi i baffi, immerso in un contesto autentico, per vivere un’esperienza like locals do (semicit.)!

Baviera

Altra patria, stavolta della birra e della sua celebre festa, la Baviera ha molto da offrire anche in termini di cibo. Perché quindi non fare un giro al Viktualienmarkt di Monaco? Luogo vivace di incontro e di espressione della cultura gastronomica bavarese, al mercato potrai assaggiare tantissimi prodotti freschi e biologici, pietanze gourmet e, ovviamente, ottima birra. Se poi si è in visita durante il periodo natalizio, il mercatino di Marienplatz è la scusa perfetta per immergersi nell’atmosfera magica del Natale gustando cibi della tradizione bavarese.

Islanda

Un motivo in più per visitare l’Islanda? Il cibo! È a Reykjavík che avrai la possibilità di visitare due mercati dove assaggiare leccornie e prodotti gastronomici sempre freschi. Non lasciarti ingannare dal nome del famoso Fish Market: qui potrai assaggiare davvero di tutto, tra pesce fresco, ottima carne ma anche alternative vegetariane. E se i mercatini delle pulci ti affascinano, bingo: al Kolaportid Flea Market potrai mangiare un boccone tra un affare e l’altro… Multitasking!

Parigi & Normandia

La Francia, si sa, è famosa soprattutto per la sua tradizione gastronomica invidiabile quasi alla pari della nostra (quasi, non esageriamo!). Se però la visita alla capitale monopolizza tutto il tuo tempo a disposizione allora, tra un’attrazione e l’altra di Parigi, la soluzione è una sosta a uno dei tanti chioschetti in giro per la città che offrono ottime crêpes salées. In alternativa, entra in una delle tante boulangerie e regalati una baguette farcita appena sfornata. Indeciso sul ripieno? Jambon, fromage, una spolverata di pepe: l’emozione è servita.

Algarve

Terra selvaggia dalla bellezza ineguagliabile, ricca di fascino ma anche dalla cultura gastronomica che non lascia indifferenti, l’Algarve ti saprà prendere anche per la gola. Nel villaggio di Santa Luzia si possono gustare ottimi piatti di pesce appena pescato, mentre al mercato moresco di Loulé si può trovare di tutto tra cui anche cibi locali squisiti. Ma l’esperienza gastronomica da non lasciarsi sfuggire è tra le mura di casa degli autoctoni: a Olhao, ad esempio, dove Carla ti ospiterà per un pranzo a base di tapas e… vino, ovviamente!

Se alla fine di questo articolo ti è venuta fame, allora abbiamo raggiunto il nostro scopo! Qualsiasi siano i tuoi gusti in fatto di viaggi (e a tavola), adesso hai una scusa in più per partire per una (o più) delle nostre 8 destinazioni in Minivan: le tue papille gustative ti ringrazieranno.

Categorie
Blog

Pub Crawl

Cos’è e dove non puoi assolutamente perdertelo

Comunemente conosciuto come “giro dei locali”, il pub crawl (o bar crawl) è un’usanza popolare che, se non hai mai provato, non può mancare nella lista delle cose da fare almeno una volta nella vita. Che tu decida di partecipare ad una serata alcolica nella tua città o in vacanza, l’obiettivo è semplice: spostarsi esclusivamente a piedi tra un locale e l’altro della città per bere in compagnia dei propri amici. Inutile specificare che, a fine serata, non sarai in grado di reggerti in piedi… Non a caso, la parola crawl (dall’inglese, strisciare) suggerisce il passaggio dall’attività motoria della camminata a quella tipica degli invertebrati.

Ti sentiamo scalpitare e quindi, veniamo al dunque: come si organizza un pub crawl? Prima di tutto, chiama a rapporto i tuoi amici, scegliete la bevanda alcolica protagonista della serata, i locali dove fare tappa e… il gioco è fatto. Se non sapete da dove cominciare, don’t panic, esistono molte associazioni e tour operator che organizzano pub crawl nelle maggiori città europee. Per renderti tutto più semplice, sapevi che viaggiuniversitari.it ha incluso il pub crawl tra le attività di 3 imperdibili road trip? Non ringraziarci…

Andalusia

Nell’incantevole regione dell’Andalusia, una serata a Malaga degna di essere ricordata non può non contemplare un giro dei locali più cool a ritmo della musica caliente. Fare amicizia non è mai stato così semplice… tra Sangria, Cerveza e Tequila avrai soltanto l’imbarazzo della scelta per una notte dal mood “barcollo ma non mollo”.

Parigi & Normandia

La Ville Lumière, chic di giorno e vivace by night, è tra le città preferite dai giovani turisti (e autoctoni) fedeli al pub crawl. Il motivo è semplice: girare a piedi per l’affascinante centro di Parigi al chiaro di luna fa già un certo effetto, se poi il livello etilico sale, scommettiamo che per la fine della serata le avrai dichiarato eterno amore.

Islanda

Nella nordica Islanda il pub crawl ha un nome specifico (e impronunciabile). La sfrenata vita notturna della capitale prende infatti il nome di djammið e indica proprio la modalità con cui i giovani islandesi amano trascorrere la serata in città, ossia in giro tra i locali fino a notte fonda. Pronto a conoscere Reykjavík come non l’hai mai vista?

Ricapitolando: qualunque sia l’occasione da festeggiare e soprattutto, ovunque tu decida di farlo, ti aspetta una serata irripetibile all’insegna del divertimento. Avrai l’occasione di conoscere nuovi amici da tutte le parti del mondo, ancora di più se si sceglie di fare un’esperienza del genere all’estero.
Adesso che lo sai hai un motivo in più per scegliere una delle nostre destinazioni in Minivan e regalarti non solo serate memorabili come queste, ma anche l’esperienza incredibile del viaggio on the road. Stai già preparando le valigie, vero?

Categorie
Blog

Yes Weekend!

Non il solito fine settimana

Chi ha detto che l’autunno è una stagione triste? Certo, forse gli amanti dell’estate non saranno d’accordo al 100% con noi, ma le cosiddette “mezze stagioni” non sono poi così male! L’aria che si rinfresca, il foliage, il periodo dello sweater weather ma soprattutto quello delle scampagnate, delle attività all’aria aperta, delle gite fuori porta

Con le vacanze estive appena alle spalle, non è forse questo il momento migliore per prenderti una – nuova – pausa e organizzare il tuo prossimo weekend? Tra Settembre e Ottobre, da Nord a Sud, ti proponiamo una lista imperdibile di idee per un fine settimana da ricordare!
Curioso? Non ti resta che scoprire le nostre proposte per #shortbreak indimenticabili.

Sarebbe un peccato non approfittare degli ultimi raggi di sole autunnali a contatto con la natura che si trasforma! Sentieri, passeggiate al lago, parchi nazionali, campeggi, e chi più ne ha più ne metta! Indossa le scarpe più comode che hai, prepara lo zaino e non dimenticare la macchina fotografica.

Sentiero del Viandante

L’escursione che ti offrirà una vista mozzafiato sulla sponda lecchese del famoso Lago. Da Dervio al panorama dalla chiesa di San Rocco, passando per Corenno Plinio sulle sponde del Lago fino ad arrivare al Santuario della Madonna di Valpozzo. Un percorso tra salite e discese così ricco di emozioni non potrà che concludersi con un’ottima degustazione.

Quando? 9 ottobre 2021
Dove? Meeting point @ Stazione centrale di Milano.

Sentiero degli Dei

Il balcone più bello della Costiera Amalfitana ti aspetta per un percorso montano incredibile che ti farà scoprire angoli panoramici sul mare sempre diversi, uno più bello dell’altro. Un percorso nella natura che ti condurrà da Bomerano fino a Positano, passando per la spiaggia di Arienzo. Montagna, mare e centro città: non manca davvero nulla!

Quando? 10 e 24 ottobre 2021
Dove? Partenze da Napoli e Torre del Greco

Stresa ed Alpyland

Il borgo lacustre di Stresa è la meta che non ti aspetti per la tua fuga dalla città. Perché?! Dal Lago Maggiore alla vetta del Mottarone non ci sarà tempo di annoiarsi! Impossibile non dedicare una passeggiata al suo borgo, ma vuoi mettere, poi, concludere la giornata con una discesa adrenalinica sulle rotaie dell’Alpyland?

Quando? 16 ottobre 2021
Dove? Meeting point @ Stazione centrale di Milano.

Ponte alla Luna

Una giornata dal fiato sospeso… come il ponte tibetano che attraverserai! Nel cuore della Basilicata, la ridente località di Sasso Castalda ti offrirà l’occasione di sfidare le tue paure e in cambio ti regalerà un panorama unico. Lo senti? Al solo pensiero ti batte già forte il cuore.

Quando? 23 ottobre 2021
Dove? Partenze da Napoli e Salerno

Bolzano e Lago di Braies

Due mete in un solo weekend! La bilingue Bolzano ti accoglierà per il primo giorno con il suo caratteristico centro storico dove sarà piacevole perdersi e gustare un ottimo aperitivo serale. Il Lago di Braies sarà il protagonista indiscusso della seconda giornata: inserito nella splendida cornice delle Dolomiti, non potrai fare a meno di innamorarti delle sue acque incredibilmente cristalline.

Quando? 2 ottobre 2021
Dove? Meeting point @ Stazione centrale di Milano.

Vesuvio Experience

Mai trascorso una notte in tenda? È arrivato il momento giusto per rimediare! Il Parco Nazionale del Vesuvio ti farà vivere una notte magica a contatto con la natura. Una spaghettata e un calice di vino, buona musica live attorno ad un falò e un cielo tappezzato di stelle. Ti abbiamo convinto?

Quando? 8 ottobre 2021
Dove? Meeting point @ Brandito’s House

Se invece la noia è il tuo peggiore nemico, ma sei in modalità #foreveralone, abbiamo l’antidoto! Un weekend da vivere con un gruppo di nuovi amici che come te non vedono l’ora di regalarsi una meritata pausa! Adrenalina, natura e tante attività per giornate ricche di emozioni da condividere con la tua nuova big family!

Rainbow Magicland

Il parco più grande d’Europa ti aspetta con le sue attrazioni da panico! Montagne russe, cadute in picchiata e tante altre divertentissime attività in compagnia dei tuoi nuovi amici per una giornata che dimenticherai difficilmente…

Quando? 25 settembre e 9 ottobre 2021
Dove? Partenza da Salerno, Nocera, Napoli, Caserta

Spring University  

Un weekend da sballo che si rispetti è solo sulla Riviera Romagnola. Spiagge chilometriche, albergo con piscina (sì, hai letto bene) e un’intera giornata a Mirabilandia! Scommettiamo che questo weekend entrerà di diritto nella top 10 delle tue esperienze memorabili?

Quando? Coming soon
Dove? Partenza da Napoli

Rifugio nel Bosco

Un rifugio, tanti amici con cui condividerlo, circondati dalla natura. Non mancheranno pranzi e cene #homemade, sport all’aria aperta, escursioni naturalistiche e il cielo stellato più luminoso di sempre, lontano dalla città. Un fine settimana perfetto per ricaricare le batterie senza rinunciare al divertimento!

Quando? Coming soon
Dove? Partenza da Salerno e Napoli

“Amore, cosa facciamo questo weekend?” ti fa andare nel panico? O più semplicemente siete alla ricerca della prossima fuga romantica? In entrambi i casi, abbiamo due proposte hand in hand a cui non saprete rinunciare.

Polignano a Mare e Castel del Monte

Una destinazione mai scontata, Polignano è tra i borghi più belli d’Italia e vi saprà stupire in ogni suo angolo, dalle abitazioni bianche alle terrazze che danno direttamente sul mare. Il Castel del Monte poi vi lascerà a bocca aperta tanto è bello. Una giornata romantica sì, ma mai noiosa!

Quando? 16 ottobre 2021
Dove? Partenza da Salerno, Napoli, Avellino e Benevento

Terme di notte

Il relax di coppia ha un nome: Damiani Club. È lì che potrete trascorrere un venerdì sera in compagnia di altri tanti nuovi amici e, ovviamente, della vostra dolce metà. Un cocktail a bordo piscina e tanta buona musica per dare il via al weekend nel migliore dei modi!

Quando? 23 ottobre e 6 novembre 2021
Dove? Meeting point @ Damiani Club

Insomma, che tu sia in coppia, voglia conoscere nuovi amici, visitare posti nuovi o semplicemente passare un fine settimana fuori dal comune, non ti resta che scegliere tra le tante activities in programma in base ai tuoi gusti e alle tue esigenze. A tutto il resto ci pensiamo noi!

Categorie
Blog

I cinque luoghi più instagrammabili di Corfù

Continua la nostra rubrica dedicata ai luoghi più instagrammabili delle destinazioni top per giovani tra 18 e 25 anni.

Un vero e proprio manuale d’uso pensato per te, car@ Instagram addicted: rendere perfetto il tuo profilo Instagram, grazie al nostro aiuto, sarà una passeggiata!

Qualche settimana fa abbiamo organizzato un itinerario a prova di hashtag tra le cose da vedere a Zante. Stavolta invece voliamo a Corfù, altra meta IMPERDIBILE se hai meno di 30 anni e cerchi una vacanza variegata, in perfetto stile Tag Green.
Non sai cos’è il Tag Green? Clicca qui!


Insomma, non è stato facile selezionare i cinque luoghi più instagrammabili di Corfù ma, dopo tanto lavoro, ce l’abbiamo fatta!

grotta di paleokastritsa

Paleokastritsa

Al primo posto nella classifica viaggiuniversitari.it dei cinque luoghi più instagrammabili di Corfù abbiamo inserito le grotte di Paleokastritsa.

Si tratta di una tra le località più amate dell’isola, soprattutto tra i giovani che non si spaventano di fronte ad una discesa a mare di sicuro poco comoda. In effetti qui non troviamo lunghe spiagge sabbiose – tipico indizio della presenza di famiglie! – ma una costa frastagliata, perfetta per chi ama invece fare snorkeling o nuotare tra pesci di ogni specie.
Imperdibili anche i tour in barca che permettono di visitare le varie insenature rocciose sparse sul litorale.
Super famosi gli aperitivi di Paleokastritsa: location da paura e ambiente internazionale sono i due ingredienti perfetti per un tramonto da ricordare!

Sidari
Canal d’Amour

Al secondo posto tra i cinque luoghi più instagrammabili di Corfù ecco la Baia di Sidari e il famosissimo Canal d’amour!

Siamo in una baia chiusa tra due rocce finemente levigate dal mare, realmente impressionanti soprattutto se viste dall’alto in presa aerea. L’alternanza roccia e sabbia dona al paesaggio un aspetto molto suggestivo: insomma, è un punto mare unico nel suo genere!
La Baia di Sidari ospita anche il famoso Canal D’Amour, chiamato così perchè si racconta che le coppie in grado di attraversarlo insieme poi finiscano per sposarsi! Leggenda? Il nostro Staff non si fida: da anni li vediamo sudare al sole pur di non fare un tuffo in quelle acque!


Kassiopi
Villaggio di Kassiopi

Al terzo posto nella nostra personalissimissima classifica dei cinque luoghi più instagrammabili di Corfù, troviamo forse una località inaspettata: Kassiopi.

È un posto a misura d’uomo, di certo non indicato per trascorrere un’ intera vacanza per giovani, ma che ha conservato il classico fascino greco grazie alle sue stradine in ciottoli e mura bianche… c’è da innamorarsene! Il mare è super cristallino: la spiaggia più grande è alla sinistra del villaggio, mentre le altre due – ancor più caratteristiche – si trovano dall’altro lato del monte Pantokratos.

Potreste trovare su internet alcuni siti che consigliano di visitare anche delle rovine di un castello in cima al villaggio. Con lo Staff viaggiuniversitari.it ci siamo stati e siamo anche arrivati ad una conclusione: noi italiani, in fatto di beni culturali e bellezze storiche, siamo abituati davvero troppo bene!


corfu-town
Corfù Town

Al quarto posto tra i cinque luoghi più instagrammabili di Corfù, troviamo Corfù Town.

Corfù Town è la capitale dell’isola, una vera e propria città piena di ogni comfort e negozio si possa desiderare. Le sue strade sono ricche di piccole botteghe dove acquistare souvenir, ristorantini per assaggiare il cibo locale e bar per sorseggiare cocktail in compagnia di tanti corfioti e turisti provenienti da ogni dove. Amiamo molto questa città anche perché ricca di storia: il tempio di Artemide – in foto – è ancor più mastodontico di quanto si possa immaginare. Perfetta sintesi tra il mondo veneziano e bizantino, sarà una fantastica cornice per i tuoi scatti più belli!


Ipsos---Corfu
Ipsos

Ultima, ma non per importanza, Ipsos!

Il centro della movida, località preferita dai giovani per trovare alloggio a Corfù, Ipsos è ultima nella nostra classifica per motivi puramente estetici ma siamo stra-certi che gran parte dei tuoi video memorabili saranno registrati proprio qui. Iniziamo col dire che Ipsos è un vero e proprio lungomare: da un lato troverai locali e pub dove poter pranzare/cenare anche con pochi euro, mentre dall’altro il mare. Di certo non è l’acqua più cristallina di Corfù, ma fa sempre comodo uscire da casa e trovarsi direttamente in spiaggia, senza contare i gonfiabili in acqua!
Su questa strada ci sono il Passoa, il Montecristo, l’Olea: insomma, gran parte delle attrazioni notturne di cui avrai bisogno per la tua vacanza a Corfù!

 


 

Ti è piaciuta la classifica targata viaggiuniversitari.it?

Beh, se hai altri suggerimenti corri nel nostro gruppo Facebook e condividili con la nostra community: ragazze e ragazzi provenienti da tutta Italia ti aspettano!

Entra nella Community!

Categorie
Blog

Come arrivare a Zante

Zante è una splendida isola greca che ogni anno si conferma tra le mete più amate dai giovani. I motivi sono molto semplici: mare strepitoso, movida frenetica e ottimo rapporto qualità/prezzo per trasporto, alloggio e divertimenti!
Inoltre, per noi italiani è facilmente raggiungibile rispetto a tanti altri Paesi, in quanto affaccia nel Mar Ionio. Ecco perché ci è sembrato utile scrivere una mini-guida su come arrivare a Zante dall’Italia!

Come arrivare a Zante in nave/traghetto

Dal Sud Italia i porti di Bari e Brindisi consentono di raggiungere Zante attraverso una traversata diretta e senza scali. Il viaggio dura dalle 16 alle 20 ore a seconda della compagnia di navigazione che si sceglie e del tipo di imbarcazione. 

Invece, il viaggio dal Nord Italia è molto più stressante.
Partendo da uno dei porti di AnconaVenezia o anche Trieste il tempo di navigazione può superare anche le 30 ore per arrivare al porto di Patrasso.
Da lì, poi, bisogna prendere un autobus per arrivare al porto di Killini (dista circa 70 chilometri) e, infine, mettersi in fila per fare un biglietto per raggiungere l’isola.
Qui i traghetti partono ogni due ore e non è possibile riservarli con anticipo. Quindi, può anche capitare di beccare il traghetto pieno e dover aspettare quello successivo, partendo dopo ben 4 ore dall’arrivo in questo porto.
Fortunatamente, almeno l’ultima traversata è breve: un’altra oretta e sarà terminato il viaggio!

Insomma, non sono pochi i ragazzi del Nord Italia che hanno impiegato anche 48 ore per arrivare a Zante. Da non dimenticare infatti anche il tempo di percorrenza per raggiungere il porto di partenza dalla propria città di residenza… e le due ore di anticipo necessarie per presentarsi al check in. 

Un piccolo consiglio che ci teniamo a darti – Se vuoi arrivare a Zante in nave (che sia dal Sud, ma soprattutto dal Nord) non fare l’errore di prenotare il semplice passaggio ponte.
Cosa si intende per passaggio ponte?
Potrai usufruire degli spazi comuni messi a disposizione della nave, quindi anche di qualche divano o poltrona dei bar e altri locali presenti a bordo. Ma, soprattutto in piena estate, stai certo che le sedute disponibili non saranno sufficienti per tutti… quindi, in molti alla fine dormono a terra.  Negli anni 2000 si viaggiava praticamente solo così: sacco a pelo e via, tutti in passaggio ponte, spesso anche all’aperto. Oggi invece si preferisce la comodità.
Con un piccolo supplemento infatti avrai l’opportunità di avere la tua poltrona riservata in sale dedicate. Per la gioia dei più pigri, oggi sono sempre più i ragazzi che scelgono di viaggiare in poltrona riservata, quindi potrai anche fare nuove amicizie durante il viaggio!
Molto più costosa invece è la sistemazione in cabina. Se scegli la cabina, in compenso, potrai usufruire di un letto e di un bagno privato. 

Come arrivare a Zante in volo

L’isola è molto ben servita per il periodo estivo con voli diretti da tantissime città italiane ed europee. Durante le altre stagioni invece i voli disponibili diminuiscono notevolmente.
Se decidi di raggiungere l’isola dall’Italia in un periodo di bassissima stagione, bisognerà valutare un volo su Atene per poi prenderne un altro che ti porti all’aeroporto Dionysios Solomos di Zante.

Come detto, discorso molto diverso per il periodo estivo. 
Dall’Italia ci sono collegamenti diretti per Zante da molte regioni. I lombardi possono scegliere tra Milano Malpensa e Bergamo Orio al Serio, gli emiliani partono da Bologna, dal Veneto si parte sia da Verona che da Venezia. Nel centro sud, invece, dal Lazio e dalla Campania si parte ovviamente da Roma e da Napoli, dalla Puglia da Bari.

Il tempo del volo è molto breve: a seconda della città di partenza ci si impiega 1/2 ore. Insomma, una vera passeggiata rispetto al viaggio in nave!

Quali sono i vantaggi se prenoto con un Tour Operator?

Generalmente, il costo del volo per Zante non è mai bassissimo, poichè la meta è super – gettonata. Anche per questo motivo, ha un certo vantaggio prenotare pacchetti per Zante di volo + trasferimento + alloggio con qualche Tour Operator.


I Tour Operator infatti operano con voli di linea (compresi i cosiddetti low cost) oppure con voli charter.
Quando si sceglie un pacchetto con una compagnia di linea il prezzo può risultare vantaggioso perché i Tour Operator stringono accordi esclusivi con i fornitori.
Quando, invece, si sceglie un pacchetto con un volo charter il prezzo può risultare ancora più competitivo. Questo perché i voli charter sono semplicemente aerei noleggiati da parte dei Tour Operator che, nel periodo invernale operano su una certa tratta abitualmente più richiesta, mentre nel periodo estivo sono a disposizione degli operatori del settore. In questo caso, diversamente dalle compagnie di linea, il volo si paga in ore di viaggio e non in base alla richiesta del mercato. Quindi, essendo Zante molto vicina all’Italia, il pacchetto risulterà particolarmente conveniente!

Altro vantaggio quando si acquista un pacchetto con un Tour Operator è che i trasferimenti da e per l’Aeroporto sono sempre inclusi.
Questo ti evita l’impiccio di provvedere da solo. Infatti, potresti prendere dei taxi che alcune volte risultano essere tutt’altro che onesti! Oppure usufruire degli autobus di linea che ti lasceranno nelle località più gettonate, ma poi sarà compito tuo andare alla ricerca del tuo alloggio.

A titolo informativo, è bene sapere che l’aeroporto non dista molto da Zante Town (3 km) e Laganas (6 km). Laganas è la località maggiormente ambita dai giovani per la vibrante vita notturna che offre.

Parti con noi!

L’offerta turistica di viaggiuniversitari.it per Zante ha sempre previsto il volo.

Dal Nord generalmente si parte con voli di linea, dal Sud invece con voli charter.
Il rapporto qualità/prezzo è particolarmente conveniente e l’esperienza di viaggio (e di vita) qui a Zante risulta essere davvero variegata e coinvolgente. Infatti da anni ormai abbiamo ottimi feedback da parte dei nostri ospiti. Non a caso, negli ultimi anni, è stata la meta dove abbiamo dichiarato prima il Sold Out!

Entra a far parte della community viaggiuniversitari.it!

Categorie
Blog

Come spostarsi a Budva

Budva è una cittadina del Montenegro che affaccia sul Mar Adriatico.
Non si tratta di una località particolarmente estesa, ma sicuramente vale la pena visitare anche le attrazioni nei dintorni del centro. Quindi, prima di partire alla sua scoperta ti sarà utile leggere la mini-guida viaggiuniversitari.it su come spostarsi a Budva.

Piccola premessa:
quando si scrive un articolo che riguarda il come spostarsi in una destinazione, bisogna tenere in considerazione tre aspetti molti importanti:

1. Dove conviene alloggiare a Budva?
2. Cosa fare di giorno a Budva?
3. Cosa fare di sera a Budva?

Se sei già più che esperto/a della destinazione perchè hai letto i nostri articoli utili ad organizzare una meravigliosa vacanza a Budva – come quello in cui spieghiamo i 7 falsi miti di questa meravigliosa meta per le vacanze – allora ti consigliamo di passare direttamente al sodo cliccando qui: Vai veloce alla sezione “Come spostarsi a Budva”

1. Dove alloggiare a Budva

La zona migliore dove soggiornare per avere molte attrazioni a portata di mano va da Slovenska Plaza al centro storico di Budva. Qui infatti troverai le spiagge cittadine di Mogren e Slovenska Plaza, facili da raggiungere e ideali per una giornata di mare non distante dal centro.
Nei dintorni di queste spiagge puoi usufruire di servizi di ogni tipo: ristorantini, bar e discobar, lidi attrezzati molto chic, negozietti di vario genere e addirittura casinò. Non c’è che dire, la passeggiata è davvero piacevole!
Questa zona è stata sottoposta ad importanti lavori a cominciare da novembre 2019: quindi, per l’estate 2020 potrebbero esserci grandi cambiamenti.

La zona di Slovenska Plaza ha servizi molto moderni, strade ben illuminate e pulite. Il centro storico, invece, sembra uno di quei borghi caratteristici del Centro Italia, fatto di ciottoli e rivestimenti murali in pietra. Anche qui puoi girare tra localini caratteristici, che non hanno intaccato minimamente il patrimonio storico della cittadella. Ciò che accomuna queste due zone è certamente la cura e l’attenzioni per i dettagli urbani: voto 9!

Non mancano anche i club club dove ballare tutta la notte, ma occhio a non scegliere quelli dove si ascolta musica balcanica: di sicuro non ti piacerà!
Per gli amanti del mondo disco e della musica internazionale, a pochi euro di taxi c’è il Top Hill: la location è davvero unica e non ha nulla da invidiare alle migliori discoteche di tutta Europa.

Insomma, sicuramente l’ideale è dormire qui o nei dintorni per potersi muovere liberamente alla volta delle principali attrazioni diurne e notturne di Budva.

2. Cosa fare di giorno a Budva

I punti mare da visitare di giorno sono davvero tanti e di ogni genere.
Iniziamo con quelle più amate: le lunghissime spiagge di Becici e Jaz, dove potrai ammirare anche la spettacolare grotta blu.
Da visitare anche solo per una foto da postare sui social c’è la rinomata spiaggia di Sveti Stefan con il suo paesino di pescatori sullo sfondo diventato ormai un hotel extra lusso, dopo esser stato in passato sia una residenza regale che un manicomio.


Per gli amanti della natura, assolutamente imperdibili sono l’isola di San Nicola e la costa di Trincica Zalaz, entrambe raggiungibili solo in battello, quest’ultima venduta in esclusiva per tutti i turisti italiani da viaggiuniversitari.it.


Chi ama vivere una giornata più frizzante dovrà assolutamente fare tappa al Ploce. Si tratta di una una struttura balneare a ridosso di una scogliera a strampiombo sul mare, dotata di una grande piscina. Qui ogni giorno vengono organizzati i pool party più fighi del l’intero Montenegro.


Per chi, invece, desidera stropicciarsi gli occhi con scenari dai mille colori allora varrà la pena andare a Drobni Pijesak e Kralijcina: con i loro sassolini bianchi (la prima) e rossastri (la seconda) danno vita a contrasti scintillanti!
Infine, per gli amanti della comodità, la spiaggia di Ulcinj con i suoi 13 km di sabbia fine sono davvero l’ideale. Potremmo anche continuare, soffermandoci su Kamenovo, Petrovac, Plavi Horizonti ed altre, ma a meno che tu non abbia un mese a disposizione per le vacanze, conviene scegliere tra queste esperienze top!

3. Cosa fare di sera a Budva

Di sera, come scritto sopra, in zona Slovenska Plaza c’è tanto da fare tra la passeggiata ed il centro storico. In 7 giorni però varrà la pena fare una capatina anche a ciò che offre il resto del Montenegro, in location come il Maximus e il Platinum.

Il primo si trova a Kotor, a poca distanza da Budva: si tratta di un locale scavato nella pietra, con vari ambienti. Un tempo si poteva ballare tutta la notte tra reperti di epoca romana (adeguatamente protetti). Oggi non più, ma l’atmosfera resta surreale.

Il Platinum invece si trova a Porto Montenegro e il piccolo club si sposa perfettamente con l’ambiente elegante che lo circonda. Dalle vetrate del locale si può ammirare una piscina grandissima che affaccia direttamente sul mare: un vero paradiso per gli occhi!
Attenzione: per chi vuol godersi ulteriormente il panorama, consigliamo di arrivare prima del tramonto. Al piano superiore c’è una terrazza perfetta per un momento romantico e di notte non è possibile accedervi!

In ogni caso, per tutti i locali del Montenegro, vale sempre la regola di informarsi con anticipo sul tipo di serata che ci sarà nel locale. Infatti, come già accennato, potresti incappare in qualche artista locale e non amare troppo la selezione musicale. Insomma, basta informarsi con anticipo per fare la scelta giusta ogni sera!


Come spostarsi a Budva

Le cose da fare a Budva di giorno e di notte sono davvero tante. Ecco perchè era indispensabile questa carrellata di informazioni: solo ora puoi capire quanto sia importante avere tra le mani una mini-guida su come spostarsi a Budva, così da non sprecare neanche un minuto delle tue vacanze!

Quindi, se soggiorni tra la zona di Slovenska Plaza/ cittadella (centro storico) e vuoi limitare la tua esperienza di vacanza alla zona centrale, allora non ci sarà bisogno di noleggiare nulla perché è tutto raggiungibile a piedi.

Se invece alcune delle attrazioni citate hanno attirato la tua attenzione, allora in alcuni casi potrai usare i mezzi pubblici (ben organizzati), mentre in altri casi occorrerà necessariamente uno scooter oppure un’automobile, senza dimenticare l’opportunità di prendere qualche taxi (attenzione però che i tassisti montenegrini sono dei veri furbacchioni!).


Le strade sono generalmente buone e consentono di spostarsi sia con lo scooter che con l’auto. C’è da dire però che ci sono molte cose da vedere e da vivere anche di notte, distanti anche 30 e più chilometri. Per questo ci sentiamo maggiormente di consigliare l’auto per spostarsi a Budva, anche se il noleggio è quasi sempre caro.

Come funziona il noleggio auto?

Per noleggiare l’auto molti rent a car richiedono che il guidatore abbia almeno 21 anni, inoltre bisogna lasciare in garanzia gli estremi di una carta di credito, la patente e il passaporto o la carta d’identità. Dunque, non vanno bene le postepay e similari in quanto sono carte di debito, ma solo quelle di credito.
>> Se non conosci la differenza ti potrà essere utile questo suggerimento: le carte di credito hanno i numeri in risalto, quelle di debito no.
Adesso sarà certamente facile riconoscerle, vero?

Ad ogni modo, potrete anche trovare qualche rent a car che vi consenta di non lasciare la carta di credito in garanzia, ma – in quel caso – sarà indispensabile una cauzione in contanti che vi verrà restituita a fine noleggio, qualora non dovessero riscontrare alcun danno all’auto.

Consigli indispensabili:
Altra cosa importante da sapere è che in Montenegro c’è l’obbligo di tenere i fari accesi ad ogni ora del giorno e della notte, sia nelle strade urbane che in quelle extraurbane.
Mi raccomando, siate attenti perché la polizia non chiuderà occhio e tratterrà la vostra patente che potrete riavere solo dopo aver pagato una multa.

Ma cosa succede se avete l’aereo il Sabato e prendete la multa il venerdì sera? Non avrete il tempo di andarla a pagare perché gli uffici saranno chiusi, quindi voi tornerete tranquillamente a casa, ma la vostra patente rimarrà in Montenegro. Insomma, un bell’impiccio, quindi meglio essere ben informati a riguardo ed evitare che ciò possa accadere.

La nostra proposta

Gli alloggi di viaggiuniversitari.it si trovano sempre in zona centrale e molte attrazioni di Budva sono facilmente raggiungibili a piedi. Tuttavia, per darvi la possibilità di vivere tante esperienze anche al di fuori di Budva, organizziamo anche i trasferimenti per tutti i nostri ospiti.

Tutto questo ha un doppio vantaggio:

  • Sarà un’altra occasione per conoscere altri coetanei che hanno scelto viaggiuniversitari.it proprio come te;
  • E’ conveniente dal punto di vista economico usufruire dei nostri mezzi di trasporto piuttosto che prendere taxi o noleggiare scooter o auto.

Ora che hai letto la nostra mini-guida su come spostarsi a Budva, sei curiosa/o di saperne ancora qualcosa in più sulla destinazione?

Se ti va di scambiare quattro chiacchiere con chi magari ci è già stato, entra a far parte del nostro gruppo Facebook: la community viaggiuniversitari.it cresce ogni giorno di più. Are U In?

Categorie
Blog

Cosa mangiare a Corfù?

 

La Grecia è da sempre una delle destinazioni più amate tra i must delle vacanze per giovani.
Il mare è meraviglioso, ci sono spiagge per tutti i gusti e divertimenti per ogni tasca. In effetti gli universitari adorano gironzolare tra le isole greche soprattutto perché – evitate quelle inaccessibili anche a chi ha riempito il salvadanaio senza cedere alla tentazione di aprirlo prima del tempo – il portafoglio non piange come in altre vacanze!
Spesso però ci avete detto che l’unico vero neo è il cibo: pita al mattino, pita al pomeriggio, pita alla sera. Al massimo un’insalata greca per i più ribelli, ma il mantra è pitapitapita. Beh, amici, è evidente che non abbiate fatto visita alle tante osterie greche, dove si possono assaggiare i tipici piatti della straordinaria tradizione greca.
Allora, per i più curiosi, ecco a voi una mini-guida su cosa mangiare a Corfù!

Moussaka-2

Moussakà

Creata dai greci per non far sentire agli italiani in vacanza la mancanza della cucina della nonna, la moussakà è la cugina di 3° grado ellenica della parmigiana di melanzane. A base di melanzane, patate, carne macinata, salsa besciamelle e formaggio, si tratta di quel piatto leggero che potete mangiare tranquillamente a pranzo… facendo altrettanto tranquillamente il bagno il pomeriggio dell’anno dopo!
Scherzi a parte, è una vera bontà che di sicuro non poteva mancare nella guida “Cosa mangiare a Corfù”!

Insalata-greca-71111-2

Insalata greca

A base di feta, pomodori, cetrioli, peperoni verdi, olive, cipolla, sale, origano, olio extravergine… case, libri, auto, viaggi e fogli di giornale. Non fatevi ingannare dalla quantità di ingredienti: la famosa insalata greca è sicuramente il piatto più leggero della cucina greca, nonostante sia molto nutriente e saziante! È la scelta ideale per chi durante l’anno ha avuto sempre – e dico sempre – una scusa pronta per dare buca agli amici in palestra. Chiaramente apprezzatissimo anche dalle aspiranti influencer per essere super instagrammabile!
Salsa-tzatziki---3

Salsa Tzatziki


Si tratta di una fantastica alternativa alla maionese. È una salsa a base di yogurt, aglio e cetriolo. In Grecia la mettono un po’ ovunque, servendola come antipasto, come accompagnamento per carne, pesce o verdure, all’interno del Pita Gyros. Ha un sapore leggermente differente da quello a cui siamo abituati, quindi potrebbe non piacere. Ad ogni modo, pur non volendo, nel tour tra i piatti da mangiare a Corfù non potrai di certo evitarla a vita!

pita-gyros

Gyros Pita

Su questo piatto una òla è d’obbligo. Il Gyros Pita è pane pita – una piadina, sostanzialmente – farcito con carne di maiale, pomodori, patatine e cipolla. Sì, non ci guardate così: la cipolla è anche qui.
In pratica una sorta di kebab greco, perfetto non solo per chi ama lo street food ma anche per l’irrefrenabile fame post serata in discoteca da tenere a bada con pochi euro. Ora magari ci dite di no, ma ne farete abuso per l’intera vacanza a Corfù. Poi a Settembre ci racconterete!

souvlaki

Souvlaki


I souvlaki sono degli spiedini di carne. Solitamente si fa marinare la carne per una notte in una miscela di succo di limone, olio d’oliva e spezie greche e poi li si cuoce sulla griglia. Spesso vengono anche fatti a base di pesce.
Sono un ottimo cibo da strada: uno tira l’altro e puoi mangiarli in piedi senza il rischio di sporcarti i vestiti! Se invece ami sederti al tavolo per pranzo o per cena, puoi ordinarli come piatto unico: arriveranno sicuramente accompagnati da verdure o patatine fritte, insalata greca e pita.

Saganaki---2

Saganaki

A differenza della pita stra-conosciuta in tutto il mondo e di cui ci si stufa presto, sicuramente questo piatto non l’hanno assaggiato tutti quelli che hanno trascorso le proprie vacanze in Grecia. Il saganaki è un formaggio impanato e fritto. Solitamente, per ammorbidire il sapore salato del formaggio, lo si gusta con un po’ di miele, come in foto, o con limone e pepe per esaltarlo ancor di più. Nonostante sia un piatto poco leggero, in Grecia viene servito come antipasto o come “sfizio”… beh, diciamo che noi italiani non siamo da meno!


Ora che hai letto la nostra mini-guida su cosa mangiare a Corfù, sei curiosa/o di saperne ancora qualcosa in più sulla destinazione?
Se ti va di scambiare quattro chiacchiere con chi magari ci è già stato, entra a far parte del nostro gruppo Facebook: la community viaggiuniversitari.it cresce ogni giorno di più. Are U In?

 

Categorie
Blog

Come spostarsi a Gallipoli

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente stai valutando se scegliere Gallipoli per le tue vacanze. Beh, non chiederci consiglio perché noi siamo un po’ di parte: la regina della movida salentina ha un posto speciale nel nostro cuore! Ecco perché ci teniamo a sfatare alcuni miti su come divertirsi e come spostarsi a Gallipoli.

Forse avrai letto in altri blog che la località di Baia Verde è il centro della movida giovanile. Quindi, scegliendo una sistemazione da queste parti avrai tutte le attrazioni a portata di mano. FALSO!

Tutte le attrazioni, sia diurne che notturne, sono sparpagliate. Insomma, non esiste un vero e proprio centro! Ecco perché è importante scegliere con cura dove alloggiare e sapere in anticipo come spostarsi a Gallipoli, per non sprecare neanche un secondo delle tue vacanze.

Cosa fare di giorno e di sera a Gallipoli

Saprai di certo che il Salento offre una quantità incredibile di spiagge e se si sceglie Gallipoli per trascorrere la propria estate è d’obbligo cercare di visitarne più di una.
Non basterebbe un mese di vacanza per ammirare tutte le meraviglie balneari della zona, quindi citiamo solo le migliori tra quelle a portata di mano partendo da Baia Verde:

  • Rivabella
  • Baia di Punta Pizzo
  • Punta Suina
  • Marina di Ugento

Ma se hai intenzione di fare dei tragitti più lunghi, allora ti assicuriamo che può valer la pena visitare Marina di Pescoluse e soprattutto Punta Prosciutto, che nulla hanno da invidiare alle famose spiagge caraibiche.

Se poi ti piace anche visitare qualche caratteristico centro storico cittadino, allora non potrai perdere Gallipoli Vecchia, Lecce, Santa Maria di Leuca e Otranto.
A parte Gallipoli Vecchia che dista una decina di chilometri da Baia Verde, per le altre ci vorranno diversi chilometri in più. Ad ogni modo, qualsiasi sia il centro che deciderai di visitare, nessuno è raggiungibile a piedi.

Quali discoteche raggiungere a Gallipoli

Ed ora veniamo alle discoteche, tra le punte di diamante di Gallipoli.
La famosissima La Praja si trova in Baia Verde, quindi è a portata di mano per tutti i giovani che scelgono di alloggiare in questa località.
Molte altre importanti discoteche si trovano fuori zona: il Ten a Li Foggi, il Riobo a Lido Conchiglie, il Bahia e il Blue Bay addirittura sull’altro versante, rispettivamente ad Otranto e Castro.


Come spostarsi a Gallipoli

Come avrai potuto notare, per vivere al meglio una vacanza in Salento, tra sole, mare e divertimento di ogni tipo, conviene avere un’auto a disposizione. Inoltre, per gli amanti del mondo disco, sappi che il guidatore non deve assolutamente bere alcolici.
Innanzitutto perchè mettersi al volante con un tasso alcolico elevato è tutt’altro che una buona idea. Per di più le strade – spesso – non sono assolutamente delle migliori. Inoltre, la zona è molto pattugliata dalle forze dell’ordine che certamente non saranno clementi.

Quindi, se sei senza automobile e hai scelto un alloggio a Baia Verde, sappi che non hai risolto il problema della centralità. Hai pagato probabilmente il quadruplo rispetto a chi alloggia fuori Baia Verde e comunque dovrai prendere taxi, a meno che tu non voglia esclusivamente partecipare ai Beach Party di quel litorale e fare 7 serate su 7 al La Praja.

Infatti, da queste parti, è un servizio particolarmente utilizzato proprio per le difficoltà logistiche della destinazione e del falso mito di cui gode Baia Verde. Inoltre, negli ultimi anni, è stato ulteriormente rinforzato a causa del divieto di accesso per i bus (sia pubblici che privati) in Baia Verde.

Proprio per le particolarità logistiche di questa destinazione, l’offerta di viaggiuniversitari.it risulta perfetta per chi desidera vivere il meglio della destinazione senza nessun sacrificio, né di portafoglio né di godibilità della vacanza.


La soluzione viaggiuniversitari.it

Per i nostri ospiti abbiamo un Residence in esclusiva in Marina di Mancaversa, a pochi chilometri da Baia Verde. Qui non è proibito l’ accesso ai bus, per cui li possiamo parcheggiare proprio vicino alla struttura, dando vita ad un vero e proprio Tour delle spiagge e delle discoteche

Da un lato si rispetta il concetto di indipendenza inserendo già nel costo di prenotazione le navette che collegano il Residence a Baia Verde dalle ore 12 alle 20.30. C’è da dire che potreste anche fare il bagno sulla spiaggia di Mancaversa che dista 800 metri dal Residence. Dall’altro lato, mentre il servizio navetta resta attivo, più volte a settimana i nostri ospiti potranno fare delle esperienze di mare diverse: Punta Prosciutto e Marina di Ugento su tutte. La sera, invece, i nostri bus partiranno alla volta di un locale sempre diverso, senza disdegnare qualche centro storico caratteristico per il pre-serata.

Tra l’altro, sarà perché lavoriamo in zona dal 2010, ma tutti ci trattano davvero con i guanti bianchi. Anche per questo riusciamo a garantire ai nostri ospiti dei servizi esclusivi. Uno su tutti l’ingresso saltafila: ti assicuro che è davvero tanta roba…
Un locale gallipolino è mediamente affollato da 7/8 mila persone e non fare neanche un minuto di fila è proprio una gran cosa in termini di qualità della vacanza. Ovviamente, tutti i nostri ospiti sono sempre liberi di decidere se usufruire o meno dei nostri servizi sul posto, ma la statistica ci dice che il 97 % dei nostri ospiti generalmente segue il nostro Staff per l’ottimo rapporto qualità/prezzo che riusciamo ad offrire.

Insomma, siamo veramente fieri di aver creato questo prodotto turistico e – di anno in anno – proviamo a limarne i dettagli per rendere la tua vacanza sempre più entusiasmante!

Entra a far parte del nostro Gruppo Facebook!

La community viaggiuniversitari.it ti aspetta

Categorie
Blog

Cosa fare di giorno a Zante

Zante è una delle destinazioni nel Mediterraneo più amate dai giovani.

 

Di sera la movida si concentra sulla strada principale di Laganas, molto famosa perchè ricca di cocktail – bar e discopub dove fare le ore piccole. Al mattino invece l’isola offre un ricco menu di spiagge ed escursioni in taxi-boat tra cui scegliere: puoi fare snorkeling, sport acquatici o rilassarti all’ombra di una pineta. Sono talmente tante che, in effetti, potresti perderti! Noi l’abbiamo girata in lungo e in largo.
Per questo abbiamo deciso di scrivere una mini-guida su cosa fare di giorno a Zante.

Piccola premessa: Zante è una meta particolarmente variegata, perfetta per chi ama riempire le giornate con attività sempre diverse e adrenaliniche in compagnia di tanti nuovi amici. Ecco perché l’abbiamo inserita nelle nostre destinazioni con Tag Violet. Puoi visitare vere e proprie riserve naturali dove – se sei fortunato – assistere alla schiusa delle uova di tartaruga, oppure darti al divertimento in beach – club come il Republic per ballare insieme a ragazze e ragazzi di ogni nazionalità all’ora del tramonto.
Ecco perché il nostro consiglio è: lascia a casa tacchi alti e l’amico pigrone! Ogni ora della tua giornata può essere davvero straordinaria in questa meravigliosa isola. Il vero must è sveglia di buon mattino e tanta voglia di visitare!


marathonissi-_-island

L’isola di Marathonissi

Siamo nel cuore della baia di Laganas, a pochi minuti di taxi – boat dalla riva. I più avventurieri potrebbero pensare di raggiungere questo isolotto in canoa, ma il consiglio è di tenere a bada questo spirito avventuriero poiché, soprattutto i meno esperti, potrebbero avere problemi con le correnti ed essere spinti troppo a largo.
L’escursione in barca è davvero divertente: esistono vari Tour con altrettante fasce di prezzo, ma quello più gettonato solitamente prevede il giro della baia per avvistare le tartarughe Caretta – Caretta, una sosta all’isolotto di Marathonissi ed un’altra alle grotte di Keri per esplorare la costa frastagliata.

L’isolotto è realmente incontaminato e privo di qualsiasi servizio. Consigliamo di portare con sè tutto il necessario per vivere al meglio questa esperienza, a partire da acqua e cibo! Il delicato equilibrio biochimico di questo luogo è costantemente preservato da una serie di divieti: non ci si può allontanare più di 5 metri dalla riva, bisogna lasciare l’isola al calar del sole per permettere alle tartarughe di depositare le loro uova, c’è divieto di ancoraggio per le barche.
Insomma, un vero must da inserire nella mini-guida su cosa fare di giorno a Zante!


Spiaggia-del-Relitto

La spiaggia del Relitto

È una delle spiagge più popolari del Mediterraneo e, senza dubbio, tra le più belle dell’intera Grecia. Si tratta di una striscia di sabbia inserita tra due altissime pareti di roccia bianca dove è adagiato il famoso Relitto, una barca naufragata lì nel 1980, da cui la spiaggia ha preso il nome di Navagio. Infatti prima, questa insenatura era chiamata San Giorgio delle Rocce in onore del Monastero che troneggia sul promontorio sovrastante.
Dicevamo, è il 1980 quando la motonave Panagiotis – partita dalle coste della Turchia con un carico di sigarette di contrabbando – si rifugia tra queste rocce durante la notte per sfuggire agli inseguimenti della Guardia Costiera Greca. Con il passare delle ore, però, la mareggiata porta con sè molti detriti di sabbia che si accumulano sotto la barca impedendole poi di ripartire. Ad oggi è una delle attrazioni più fotografate al mondo.
Anche questa località è raggiungibile unicamente via mare.
Solitamente i giovani tendono a dormire a Laganas o Kalamaki Road, per cui i modi per prendere parte a questa escursione sono due: o si raggiunge Porto Vromi al nord dell’isola, con una piccola gita in auto o in mini – van, oppure si parte dal sud dell’isola con svariate ore di navigazione, opzione altamente sconsigliata se non si è veri e propri lupi di mare!
Se invece si parte da Porto Vromi, stra – consigliata una visita alle spiagge intorno di Makris Gialos, Porto Roxa e Xigia Beach.


watersports

Banana Beach

È sicuramente la spiaggia di sabbia più grande dell’isola: molto estesa e super attrezzata, ideale se vuoi vivere una giornata all’insegna del divertimento ma anche e soprattutto del relax post – escursioni naturalistiche dei giorni precedenti!
Infatti siamo in località Vasilikos, zona molto amata dalle famiglie e si sa… dove ci sono le famiglie c’è comodità!
Puoi scegliere di noleggiare lettini e ombrellone a prezzi molto accessibili negli stabilimenti balneari o stendere il tuo asciugamano indisturbato nella spiaggia libera, potendo allo stesso tempo usufruire delle docce, di libero accesso.
Banana Beach è piena di beach bar e ristorantini dove mangiare (bene) o bere qualcosa. Non appesantirti troppo però, perché vale la pena restare leggeri per prendere parte agli innumerevoli sport acquatici disponibili in questa località: ce n’è per tutti i gusti!
Per gli amanti del brivido, consigliata anche la vicina Saint Nicholas: a causa dei forti venti, è meta ideale per i surfisti.


republic-zante

Republic Beach

Il Republic è una delle strutture balneari più amate tra i giovani che scelgono Zante per le loro vacanze: ecco perché non può mancare nella nostra mini – guida su cosa fare a Zante di giorno.
Si tratta di uno stabilimento attrezzato che prevede l’accesso al mare – con lettini ed ombrelloni – oltre una grande piscina contornata da sun beds dove potersi rilassare sotto le tende di un sobrio baldacchino. Mai visti i sun beds? Beh, immagina un grande letto matrimoniale con tanto di cuscini dove stenderti per prendere il sole. Comodità 100%!
Così come d’uso nel resto della Grecia, l’utilizzo dei sun beds ha un costo orientativo che si aggira intorno ai 15€ – se la memoria non mi inganna – interamente spendibili al bar o al ristorante dello stabilimento. Sì, hai capito bene: due al prezzo di uno!
Nel pomeriggio, il Republic si accende con il White Party più amato dell’isola: DJ in consolle con affaccio piscina e tutti a ballare!


Zante-town

Zante Town

Spesso, quando leggo le guide turistiche, non riesco a trovare alternative in caso di maltempo ai classici itinerari. Eppure, i veri traveller sanno bene che non sempre si può fare affidamento sul sole cocente di Agosto! Può capitare una giornata uggiosa o qualche goccia di pioggia. Ecco perché è sempre bene avere un piano B a portata di mano.
In una località così rinomata per spiagge meravigliose ed escursioni mozzafiato, inserire una cittadina tra le cose da fare di giorno a Zante è davvero complicato: il tempo è tiranno e il mare cristallino richiama anche i meno appassionati di tintarella. Vero è che, come piano B in caso di pioggia, Zante Town non è niente male!
Qui si concentra la maggior parte delle chiese e dei monumenti visitabili dell’intera isola. Ristorantini, piazze e negozi di souvenir riempiranno la mattinata con semplicità: camminare tra le strade del centro permette davvero di immergersi nella cultura greca e in un mondo a tratti molto diverso da quello Italiano.
Scommettiamo che tornerai da questa gita con un adorabile pupazzo a forma di tartaruga tra le mani?

Perché non vieni a trovarci nella nostra community su Facebook? Troverai ragazze e ragazzi provenienti da tutta Italia, appassionati di viaggi e che adorano fare nuove amicizie!
Ti aspettiamo!


Categorie
Blog

I cinque luoghi più instagrammabili di Zante

Cari/e amici/amiche Instagram addicted, se siete in cerca di una vacanza a prova di like, vi assicuriamo che l’isola di Zante è il posto giusto!

Questa splendida isola greca è ricca di scorci paradisiaci, riserve naturali e spiagge con acque turchesi dove poter immergersi dopo essersi divertiti con gli sport acquatici. Senza parlare delle tartarughe o dei tramonti al faro, capaci di far battere il cuore anche agli amici meno social.

Insomma, è stato davvero difficile selezionare i cinque luoghi più instagrammabili di Zante, ma dopo tanto lavoro, ce l’abbiamo fatta! Siamo certi che il vostro profilo Instagram ci ringrazierà!


Faro-di-Keri
Il Faro di Keri

Faro di Keri

Al primo posto nella lista viaggiuniversitari.it dei cinque luoghi più instagrammabili di Zante, abbiamo inserito il Faro di Keri.
Stupiti, vero? Beh, non è di certo il luogo per cui è più famosa in assoluto l’isola di Zante. Vi assicuriamo però che si tratta dello scorcio più magico tra tutti: ai vostri scatti non servirà nessun filtro!
Per accedervi dovrete passare attraverso una “proprietà privata”: tranquilli, nessuna effrazione! Si tratta di un semplice chioschetto dove poter acquistare una birra, da accompagnare al meraviglioso panorama che vi aspetta. Arriverete infatti in un grande spazio a picco sul mare attrezzato con qualche panchina, ma anche tanti sassi dove potervi accomodare per ammirare lo spettacolo.
Stra – consigliata la visita al tramonto: i colori sono mozzafiato.


Navagio
La spiaggia del Relitto – Navagio

La Spiaggia del Relitto

Al secondo posto nella nostra personalissimissima classifica dei cinque luoghi più instagrammabili di Zante, ovviamente, arriva lei: La Spiaggia del Relitto.
Ne avrete sicuramente già sentito parlare: è una delle spiagge più fotografate di tutta la Grecia. Accessibile solo via mare in taxi-boat (partenza consigliata da Porto Vromi), è meravigliosa da visitare al mattino presto. Il viavai di barche, in effetti, solitamente genera un po’ di mar mosso nelle prime ore del pomeriggio.
Una volta arrivati, non potrete fare a meno di restare incantati di fronte alla maestosità del relitto, da cui prende il nome: è davvero enorme! La spiaggia in sassolini bianchi dà al mare un colore turchese unico.
Tappa obbligata per gli Instagram addicted!


Marathonissi2
Isolotto di Marathonissi

Marathonissi

Al terzo posto tra i cinque luoghi più instagrammabili di Zante, l’Isolotto di Marathonissi. Casa delle tartarughe Caretta – Caretta, si tratta di un’isola con due spiagge bianche (una in ciottoli, un’altra in sabbia) e acque turchesi. Per non disturbare gli antichi animali del mare, l’isolotto è totalmente incontaminato e privo di acqua potabile, elettricità o bar. Escursione perfetta per chi ama fare snorkeling, Marathonissi si trova a poche bracciate di distanza dalla Grotta di Keri.
Ultima chicca: se la guardate da lontano, mentre la barca si allontana lentamente, vi renderete conto che l’isola stessa ha la forma di una tartaruga. Adoro!


Gerakas-2
Spiaggia di Gerakas

Gerakas

Al quarto posto tra i cinque luoghi più instagrammabili di Zante ecco la Spiaggia di Gerakas! Non so se voi siate per la scuola sabbia o ciottoli, ma per noi non c’è partita: il dolore – scarpette da mare incluse – non sa di relax! Ecco perchè abbiamo amato questa spiaggia: una lunghissima distesa di sabbia. Ah, attenzione a percorrerla tutta perché l’ultimo tratto è dedicato ai nudisti… a meno che non amiate fare il bagno #comevihafattomamma!
Gerakas è la riserva naturale in cui le tartarughe depositano le uova al calar del sole.
Attenzione n.2: le uova hanno forma e dimensione dei sassolini! Solitamente i nidi sono segnalati da una sorta di capannelle ma meglio avvisarvi. Se siete fortunati potrete assistere alla loro schiusa ma guai ad aiutare le piccole tartarughine a raggiungere il mare! I guardiani vi terranno d’occhio.


Bachali-2
Bochali

Bochali

Ultimo, ma non per importanza, signore e signori ecco a voi Bochali!
Sì, è vero, potevamo raccontarvi di quanto è bella Laganas e come districarvi tra i vari baretti e cocktailbar che troverete lì: non temete, a breve produrremo una mini-guida sulla vita notturna a Zante!
Però questo articolo è stato pensato esclusivamente per gli instagrammer che vogliono rendere unico il loro profilo: bene, Bochali è la chicca che manca! Si tratta di un piccolo paesino in cima ad una montagna, da cui si può assistere al più bel panorama su Zante Town di tutta l’isola. Ah, non avventuratevi con dei miseri cinquantini per raggiungere Bochali: la montagna è ripida, eccome se è ripida!
D’altronde, chi instagrammer vuol divenire, un poco deve patire! Non era così il detto?